Conte in conferenza: “Dzeko? Io non chiedo nulla”

Ha parlato Antonio Conte in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Benevento in programma domani sera alle ore 20.45.

Sarà una partita diversa rispetto all’andata? “Sicuramente stanno facendo molto bene e son contento per Pippo. Si sta confermando in Serie A. Inizia il ritorno e chiaramente i punti peseranno per tutti e per tutti gli obiettivi: scudetto, Champions e salvezza. Ci sarà molta più attenzione”

Dzeko per tutti gli accostamenti all’Inter negli ultimi anni sembra essere fondamentale per lei: per quali motivi: “Io non ho chiesto nulla alla mia proprietà, ho sempre detto che questi sono i giocatori che ci sono e ci saranno fino alla fine del campionato, ma mi piace il fatto che ogni volta passi come un mio capriccio. Quest’anno ho influito poco su tutte le situazioni. Di Dzeko non parlo perché è della Roma, ho rispetto per lui e per il suo club e, soprattutto, i per miei giocatori. La situazione è chiara, i giocatori rimarranno questi a meno che qualcuno non chieda di andare via. Se ci sono situazioni che possono essere affrontate senza esborso economico lo si farà, altrimenti non vedo cambiamenti. Inutile sollevare fumo e creare instabilità. Noi dobbiamo lavorare e stare zitti. Abbiamo accettato tutti i tipi di situazioni che stanno arrivando e non trovo giusto che ne arrivino di altre che possano minare la concentrazione della squadra. Io sono il primo a non volere queste distrazioni”

Quanto sta lavorando per potenziare l’attacco in termini di realizzazioni in proporzione alle occasioni create? “Creiamo tanto, i portieri avversari sono i migliori in campo, dobbiamo migliorare l’ultimo passaggio, ma non importa chi va in gol”

Spera in uno spostamento di Fiorentina-Inter? “Non vedo il motivo per il quale non si debba spostare a sabato”

Eriksen può giocare dall’inizio? Il suo gol su punizione dice che esiste un’arma in più per segnare? “Al di là delle sue qualità su calci da fermo, vogliamo che dia un contributo sul calcio giocato. Sicuramente negli ultimi anni è mancato uno specialista, è perciò un’arma in più, ma ci aspettiamo anche altro da lui”

Sanchez può essere che domani risenta del coinvolgimento nella trattativa Dzeko? “E’ un nostro giocatore, deve rimanere concentrato e a disposizione”

Pensa che la squadra possa risentire della sua squalifica? “Io ho chiesto al club di non fare ricorso, penso che vada accettato giusto o sbagliato che sia. Dopo un anno e mezzo i ragazzi sanno che tipo di gara ci aspetta, sanno cosa dovranno fare in campo. Il mio vice mi sostituirà alla grande”

Sensi come sta lavorando e come si sente? E Vecino? “Matias farà prima delle partite con la Primavera, si sta avvicinando al cento per cento e lo aspettiamo. Lo stesso vale per Sensi, stiamo cercando di calibrare bene il suo lavoro”.

Rispetto allo scorso anno, è cambiato qualcosa nelle partite chiave pensando a Napoli, Milan e Juventus? “L’approccio deve sempre essere lo stesso, in tutte le partite, qualche volta ci riesce sempre. Vero che gli scontri diretti sono fondamentali, ma contro le piccole devi vincerle. In Italia è complicato prendere sempre i tre punti”

Fonte: TMW

LEGGI ANCHE: SAMPDORIA, ADRIEN SILVA: “RONALDO? LO CONOSCO, SARA’ BELLO GIOCARCI CONTRO”

 

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads