Commisso: “Il Viola Park sarà il più bello e costoso centro sportivo d’Italia”

Fonte foto: profilo twitter fiorentina

SEGUICI SU

Il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, ha inaugurato i lavori per il nuovo centro sportivo, il Viola Park, che sarà pronto in un anno e mezzo e avrà la funzione di ospitare tutte le squadre gigliate, dai pulcini fino al femminile. Il patron ha parlato proprio di questo durante la conferenza di presentazione:

“Il percorso che ci ha portato fino a qui è stato molto lungo e c’è molta gente da ringraziare. Sono venuto in Italia per dare indietro quanto mi ha dato. Questa sarà la principale sede della Fiorentina, dove ci sarà anche il mio ufficio per quando sarò in Italia. Vorrei che il sindaco Casini spiegasse a tutti come si fanno le cose. La situazione pubblica in Italia purtroppo non è fast come il privato, perché è condizionato dalla burocrazia, un problema italiano. Con questa burocrazia, il Paese non andrà mai avanti. Voglio dire anche due parole sullo stadio: se l’industria del calcio fosse stata di macchine o scarpe, l’avremmo potuta portare facilmente altrove, come ha fatto la FIAT. In America si può fare, e se lo stato di New York non fa le cose come deve, una squadra può cambiare città ed andare a Los Angeles a 2mila chilometri di distanza”.

Poi Commisso ha parlato della Mediacom, sua azienda e sponsor della Fiorentina: “Lì è dove prendo i soldi per portarli in Italia. Lì abbiamo costruito una sede nuova senza piani, qui invece sento Giani, presidente della Toscana dire che vuole i piani. Questo è stato il migliore anno per Mediacom. Voglio ricordare che Pontello, Cecchi Gori e Della Valle, tutti e tre insieme hanno speso più per comprare la squadra di quanto io abbia speso per costruire il Centro Sportivo. Nessuna società che ha cambiato proprietà negli ultimi anni, ha investito i soldi che io sto investendo per questo Centro Sportivo. Sarà il più costoso della storia d’Italia. Ho già detto che ho due mani, una che segue le infrastrutture e una che segue la squadra. Per fare lo stadio, se si farà, ci vorranno anni. A Campo di Marte lo farà il sindaco Nardella, mentre da Campi non ho saputo più niente. Non posso spendere certi soldi senza sapere che c’è la volontà di realizzare qualcosa da parte di chi è interessato. Parlo della Regione, di Nardella e del sindaco di Campi Bisenzio”.

Fonte: TMW

LEGGI ANCHE: GRAVINA SU-IBRA-LUKAKU: “NON PARLEREI DI PUNIZIONI ESEMPLARI”

COMMENTA L'ARTICOLO