Chiellini sul morso di Suarez: “Lo ammiro…”

Chiellini ritorna sul morso di Suarez

Giorgio Chiellini, tra tutti gli argomenti trattati nella sua autobiografia uscita poco tempo fa, è ritornato sull’episodio accaduto nella partita tra Italia e Uruguay nel mondiale brasiliano 2014. “Sono anche io un grande figlio di pu***na in campo e ne sono orgoglioso. La malizia fa parte del calcio, non la chiamo irregolarità. Per superare un rivale devi essere intelligente. Ammiro la malizia di Suarez, se la perdesse diventerebbe un attaccante normale. Non è successo niente di strano quel giorno nella Coppa del Mondo del 2014. Ho marcato Cavani per la maggior parte della partita, un altro ragazzo complicato da marcare e contro il quale non ci siamo risparmiati niente.”

“Improvvisamente…

Ho notato che mi avevano morso alla spalla. E’ successo e basta, ma questa è la sua strategia di contatto nella lotta corpo a corpo e, se posso dirlo, è anche la mia.  Lui ed io siamo simili e mi piace affrontare attaccanti simili a lui. L’ho chiamato io dopo un paio di giorni ma non c’era bisogno che si scusasse.” 

Fonte foto: Wikipedia