Catania Calcio l’incubo non è ancora finito: la società manda una lettera ai suoi “big”

Il Catania calcio è ancora nel caos per problemi di liquidità non riesce più a pagare gli stipendi di alcuni suoi giocatori più rappresentativi che hanno i salari più alti. Il Catania che ha come presidente Davide Franco è però controllato dalla holding UDA Finaria S.P.A di Antonino Pulvirenti. Pulvirenti è stato presidente effettivo sino al 2015 ma è ancora importante nell’assetto societario.

La lettera del Catania a Natale indirizzata ai suoi calciatori

Questo è il testo della lettera che è stata recapitata ai giocatori  nel giorno di Natale:“Cari ragazzi nel rinnovare a voi e alle vostre famiglie gli auguri di un Buon Natale e di un Felice Anno Nuovo, con la riapertura delle liste di trasferimento abbiamo il dovere di esporvi con chiarezza il quadro economico della nostra società. Il calcio Catania Spa per la ben nota situazione debitoria non potrà far fronte agli adempimenti economici così come attualmente in essere. La vita del Catania è primaria ad ogni cosa, così che ci sembra giusto che troviate una squadra che vi garantisca di poter avere soddisfatte le vostre esigenze tecniche ed economiche. Nessuna pretesa sarà da noi avanzata alle eventuali squadre che si faranno avanti. Certi della vostra comprensione vi salutiamo cordialmente. Calcio Catania S.P.A”.

Secondo “la Gazzetta dello Sport” e “La Repubblica” il vero obiettivo della lettera sarebbe quello di liberarsi dei contratti più cari come quelli dei big Francesco Lodi, Davis Curiale e Marco Biagianti. Invece, trattenere gli altri giocatori che hanno stipendi più adeguati ad una squadra di serie C. Cristiano Lucarelli invece pare essere confermato come allenatore.

Cristiano Lucarelli                                                Fonte:  Facebook Calcio Catania

La lettera dei tifosi della curva sud del Catania:”liberateci da questo incubo”

In questa situazione cosi intricata interviene anche la curva nord del catania con un comunicato stampa sui propri social:” “Non ci interessano le polemiche, saremmo i primi, i primi ad avere tanto da rinfacciare a chi ha alimentato il proprio ego di azioni risanatorie inesistenti. Non è il momento. Ciò che possiamo sostenere è che si tratti di” follia” pura presumere di restare al Catania un minuto più del necessario. Minuto già passato l’altro ieri… Ora è il momento di chi può… Se c’è qualcuno interessato al miracolo di salvare il Catania, la sua matricola, la Nostra Storia, faccia presto e bene. Prima del 7 gennaio… Rimuova ogni collegamento tecnico prima che economico con Meridi e ci liberi da questo incubo… Non è più tempo di giorni. Solo di ore“.

Foto in evidenza, fonte: Facebook Calcio Catania