Casarin arbitri: “Sono scarsi e sicuri del posto,oggi…”.

CASARIN ARBITRI

CASARIN-ARBITRI: E’ SCONTRO! L’EX ARBITRO CRITICA FORTEMENTE L’AIA

Paolo Casarin va all’attacco dei sistema arbitri in Italia, l’ex arbitro il quale terminò la propria carriera nel 1988 ha rivelato: “La bassa qualità arbitrale della massima serie è dovuta alla riduzione dell’organico, ci sono 21 arbitri che hanno il posto fisso in Serie A. Oggi si pensa che un direttore di gara possa essere sempre designato, all’epoca fu sbagliata la separazione tra arbitri di Serie A e Serie B”.

SUL VAR: “NON ELIMINA LA POSSIBILITA’ DI CRITICA”.

Ha poi detto la sua sul VAR: “Non elimina la critica ma è uno strumento che aiuta il direttore di gara a rivedere l’azione con il filtro dei colleghi, esso deve essere visto come un sostegno accurato senza aver l’obiettivo di zittire le persone, sarebbe una cosa poco auspicabile”.

CASARIN: “ECCO PERCHE’ NON E’ ARRIVATO IL RICAMBIO GENERAZIONALE”.

E’ vero dunque che ci sono sempre meno arbitri, l’ex fischetto ha ammesso: “Se ne va solo chi ha compiuto almeno 45 anni, ovvero il limite massimo d’età, questa cosa ha limitato tante cose tra cui il mancato ricambio generazionale”.

L’EX AIA: “COSI’ COME I CALCIATORI…”.

“Cosi’ come i calciatori anche gli arbitri devono sentirsi sempre sotto esame”.

 

LEGGI ANCHE: Serie D, decise le retrocessioni in Eccellenza

 

Tags: