Cagliari, Pavoletti: “Ho vissuto un periodo duro, non mi veniva data fiducia per scelte tecniche”

Foto: Sito ufficiale Wikipedia

L’attaccante del Cagliari, intervenuto in conferenza stampa, ha parlato della sua rinascita dopo il doppio infortunio al ginocchio.

L’attaccante del Cagliari Leonardo Pavoletti, intervenuto in conferenza stampa, ha parlato della stagione che sta per iniziare, dopo la sua “rinascita” nella seconda parte del campionato scorso. Queste le sue dichiarazioni.

Mi sento più dentro al progetto rispetto all’inizio dell’anno scorso. Per tanti ero un’incognita dopo l’infortunio e non sapevano come avrei reagito a questo colpo. Sono stato bravo e lucido ad aspettare la mia opportunità”. 

Che stimoli hai ritrovato? “Ho vissuto un periodo duro, a inizio scorsa stagione non potevo pretendere di essere titolare ma da novembre stavo bene. Mi mancava solo la fiducia dopo un anno di inattività, che non arrivava anche per scelte tattiche e tecniche mentre le cose in campionato iniziavano ad andare male. Ciò che mi ha stimolato di più è che nel momento difficile ti affidi agli uomini e nel momento difficile il Cagliari si è affidato anche a me”.

Mai pensato di andare via? “A gennaio scorso è stata davvero dura, perché stavo bene ma restavo in panchina. A gennaio ho pensato di andare via da Cagliari, poi abbiamo aperto gli occhi. Per fortuna alla fine non si sono chiuse alcune situazioni per andare via e così sono rimasto, con la paura di perdere anche un altro anno. Restando due anni fermo sarei stato una certezza come giocatore finito e invece io volevo dare una sterzata, era l’unico motivo che mi avrebbe spinto lontano da Cagliari. Ma la mia volontà è di stare qui, credo molto in questa società. Nel futuro può essere un club ad alto livello e mi piacerebbe farne parte”.

Che stagione ti aspetti? “Sono certo che faremo una grande annata, mentre sul piano personale mi sto gestendo per non affaticare il ginocchio. Ci toglieremo soddisfazioni perché sto vedendo grande voglia, spero di giocare di più”.

La situazione contratto? “Sono sotto contratto fino al 2023, spero di dimostrare di stare bene e di fare gol e che la società possa pensare di tenermi anche un altro anno. Il mio compito è di mettere a loro i dubbi e convincerli a non lasciarmi andar via. A gennaio ripeto fui il primo a dire se non faccio più comodo vado via. Ma la volontà è di restare qui”.

Quanto è dura gestirsi dopo l’infortunio? “Per me che faccio della fisicità la mia forza non mi fa piacere dover dire ogni tanto io mi fermo. Però devo essere consapevole di me stesso. Io sto facendo di tutto per essere pronto alla prima giornata, ma il ginocchio si deve riabituare ai due allenamenti giornalieri”.

Fonte dichiarazioni e conferenza completa: Tuttomercatoweb.

Potrebbe interessarti anche: ufficiale il nuovo sponsor dell’Inter.

ULTIME NOTIZIE