Cagliari-Milan 0-2. Pioli: “Il titolo di campioni d’inverno non ti dà niente. Mandzukic? Ci pensa Ibra a tenerlo a bada”

Fonte foto: Twitter ufficiale Milan

SEGUICI SU

Il Milan continua a volare in testa alla classifica, guidato dal suo uomo più rappresentativo, Zlatan Ibrahimovic, autore di una doppietta.

Il Milan non sente l’emergenza, vince a Cagliari ed è sempre più primo in classifica. I rossoneri passano alla Sardegna Arena grazie alla doppietta dell’eterno Zlatan Ibrahimovic, che riprende da dove aveva lasciato quasi due mesi fa a Napoli. Da sottolineare l’espulsione nel finale di Saelemaekers e l’infortunio di Kjaer nel primo tempo, che uniti alla squalifica per diffida di Romagnoli, rendono ancor più profonda l’emergenza per Pioli. Ma questo, in fondo, i rossoneri non sembrano subirlo.

Le parole di Pioli

“Noi pensiamo a dare il massimo a ogni partita. Quest’anno è così, i ragazzi sanno di dover essere pronti ad essere chiamati in causa. Ai tifosi del Milan dico grazie per il sostegno e che la squadra fa e farà di tutto per dare il massimo da qui alla fine. Adesso c’è l’Atalanta, concentriamoci sulla prossima partita poi si vedrà a marzo e aprile”.

Mandzukic: “Ci pensa Ibra a tenerlo a bada. Sono contento del suo arrivo, più calciatori forti abbiamo meglio è, quindi ben venga Mandzukic. Ci ho parlato, è motivato. Magari ci vorrà un po’ di tempo perché trivi la forma perché è un po’ che non gioca, ma è un vincente”.

Ibra e Mandzukic insieme? “Io non mi sono mai precluso niente nelle scelte. L’importante è l’atteggiamento dei giocatori. Abbiamo trovato un equilibrio con due attaccanti, dove c’è un attaccante centrale e uno a sinistra. Per cui giocando con due servono quattro giocatori forti. E visti gli impegni è inevitabile che ci saranno cambiamenti, turnover. Avere qualche scelta in più è importante, sono contento che la proprietà abbia fatto questa scelta”.

Kalulu: “Sono molto contento e soddisfatto di come gioca Kalulu. Ha personalità, forza”.

Kjaer: “Non si è fatto male ma ha un fastidio che lo preoccupa da un po’, quindi era meglio non rischiarlo. Abbiamo squalificati Romagnoli e Saelemaekers, poi vedremo i giocatori positivi se torneranno negativi”.

Il titolo di campioni d’inverno: “So cosa vuol dire essere campioni d’inverno ma è un titolo che non ti dà niente. Ci sono 7 squadre che daranno il massimo fino alla fine, noi proveremo ad arrivare tra le prime 4 e ci sono ancora molte partite”.

Fonte dichiarazioni: Tuttomercatoweb.

COMMENTA L'ARTICOLO