Cagliari, Di Francesco: “Il rinnovo mi ha responsabilizzato”

Ha parlato Eusebio Di Francesco alla vigilia del match contro il Sassuolo in programma domani pomeriggio ore 15:

Nandez squalificato, chi prenderà il suo posto a centrocampo? “Tutto è possibile, abbiamo l’ultimo allenamento oggi e bisogna valutare tutti. Oggi mi importa meno chi gioca, mi importa la squadra, la prestazione e il risultato”.

Cosa vi ha detto il presidente Giulini? “Il presidente è venuto ieri, c’è stato un bel confronto con lo staff e con la squadra. Ma ci confrontiamo quotidianamente, la società è sempre stata presente, sia nei miei confronti che della squadra”.

Arriva il Sassuolo che per lei conta tanto: cosa c’è di quell’esperienza che si può riportare a Cagliari? “Credo che siano due situazioni diverse, questa squadra è più pronta rispetto a quella per quanto riguarda il raggiungimento dei risultati”.

Cosa rappresenta la fiducia della società? “Questa fiducia che mi è stata data prima della partita di Genova sta a significare un grande orgoglio per me, speriamo che questo cambiamento sia portatore di risultati importanti. È stato un grosso attestato di stima nei miei confronti, il discorso rispetto all’esterno mi interessa poco. Penso che sia più utile e giusto guardare la classifica da lunedì: il fatto di avere avuto questo attestato di stima del rinnovo di contratto mi responsabilizza”.

Quanto pesa la partita di domani? “Pesa questa, pesa la prossima. Il fatto di farla pesare in maniera eccessiva non aiuta in questo momento, ma sappiamo quanto sia importante il suo peso specifico”.

Quanto pesano le voci di mercato sulla formazione di domani? “Il fatto che possa arrivare qualcuno è risaputo, così come il fatto che stiamo cercando qualcosa al centro del campo. C’è professionalità nei miei giocatori, ma è stato un gennaio difficile, per tanti motivi. Mancherà Nandez e ci sono giocatori in dubbio, per questo non potrò non prendere in considerazione giocatori che si allenano da tempo. Saranno indisponibili Klavan, Ounas e Luvumbo, a cui potremmo far fare un percorso con la Primavera. Ci sarà invece Deiola, una vecchia conoscenza di questo gruppo. Ci sono anche altri giocatori in dubbio, ma preferisco non dire in questo momento: i convocati li daremo dopo l’allenamento”.

Fonte: TMW

LEGGI ANCHE: VIERI: “LA JUVE E’ ANCORA LA PIU’ FORTE, IL MILAN HA IL DOVERE DI PROVARCI FINO ALLA FINE”

ULTIME NOTIZIE

Sorry! You are blocked from seeing ads