Bucciantini sulla Juventus: “C’era l’esigenza di ringiovanire”

Sorry! You are blocked from seeing ads

Marco Bucciantini, noto giornalista sportivo, intervistato per Radio Bianconera ha parlato della situazione generale della Juventus.

Queste le parole di Bucciantini: “La Juventus voleva aggiungere un po’ di racconto alle sue vittorie che si erano forse un po’ standardizzate quando c’era stata quella Primavera difficile di Allegri, si voleva andare oltre quel tipo di vittoria e per questo si era affidato a Sarri, che aveva diviso il mondo in due. Ora si è proseguito con un allenatore che conosce meglio il mondo Juventus come Pirlo. C’è stata l’esigenza di rinnovare continuando a vincere, si è fatto un mercato che ha ringiovanito la rosa ma portando comunque dei titolari come Chiesa, De Ligt, McKennie. Alla Juve si sta chiedendo un ringiovanimento che permetta però di continuare a vincere. Questo è un lavoro importante per cui secondo me si è chiamato un allenatore senza esperienza. Non dico scettico, ma ero curioso. Il tentativo si vede, è una squadra che attacca benissimo palla al piede, che deve ancora completarsi senza palla. L’ossessione è la Champions dove secondo me quest’anno la Juve è stata molto competitiva, è stata in grado negli ultimi mesi di battere Real e Barcellona. Questa ossessione però nasconde il fatto che la Juve è arrivata molte volte in finale e tra le prime otto. Il campionato l’hai vinto tante volte, fare dieci di fila darebbe un numero simbolico, ma la necessità di ringiovanire veniva prima, quindi secondo me poteva anche andare bene la scelta di sacrificare un campionato per questo. Poi la Juve può comunque vincere, ma può darsi che l’obiettivo principale sia un altro“.

Leggi anche: Juventus: si avvicina il ritorno di Dybala

Fonte: TuttoJuve.com

SEGUICI SU

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads