Brescia-Inter 1-2. Conte: “Gli altri non hanno giocato 7 partite in 20 giorni”

Fonte foto: %author%

Si chiude per 1-2 la sfida tra Brescia e Inter. La squadra di Conte passa subito con Lautaro Martinez che con il suo tiro deviato trova il gol dello 0-1. Il Brescia nella ripresa inizia benissimo e mette alle strette l’ Inter, ma nel momento migliore del Brescia; Romelu Lukaku pesca il jolly e trova il gol dello 0-2 con un fendente formidabile che si insacca nell’ angolino basso alla destra del portiere. Un autogol di Skriniar sembra riaprire la partita, ma la difesa dell’ Inter tiene. 1-2 e primato per i nerazzurri, in attesa di Juventus-Genoa.

Di seguito le parole di Conte:

Le partite si vincono anche con le giocate individuali come quella di Lukaku. Qual è stata la difficoltà del secondo tempo?
“Secondo me diventa difficile parlare della partita. E’ la quarta in nove giorni dove giocano sempre gli stessi, prendiamoci i tre punti poi potete dire tutto, a me non interessa. I ragazzi hanno fatto una fatica incredibile, si è fatto qualcosa di importante e straordinario oggi. Qualsiasi situazione oggi va bene perché c’è poco da dire ai ragazzi, ringraziamoli per lo spirito messo. Ora prepariamoci per il Bologna, poi abbiamo Dortmund e Verona: sette partite in 20 giorni, nessun’altra squadra li ha fatti. Mi è sembrato molto strano”.

Il risultato cosa lascia nella testa dei giocatori?
“Che certe partite vanno vinte con la sofferenza. Sono gare dove devi essere bravo a tenere botta. Sfido chiunque, comunque, a giocare 4 partite in 9 giorni e venire a Brescia a vincere. Bene così, è inevitabile che mi piacerebbe avere più tempo per preparare le partite. Oggi il Brescia comunque ha cambiato in corsa giocando con una linea difensiva a cinque; complimenti a loro, Corini sta facendo bene e io gli auguro il meglio perché è un bravissimo ragazzo oltre a essere stato mio compagno”.

Le parole di Marotta non l’hanno rasserenata?
“Non è questione di rasserenare, non vado rasserenato. Bisogna fare tesoro delle situazioni che il percorso ti presenta. Sono quattro mesi dentro il pianeta Inter, ho iniziato a capire cosa c’è dentro, cosa che a giugno non sapevo. Ora la situazione mi è chiara, quindi dobbiamo migliorare cercando di evitare queste situazioni. Abbiamo fatto 25 punti portando la macchina al massimo dei giri con grandissime difficoltà”.

Ma cosa ha scoperto che a giugno non sapeva?
“Quando entri in una nuova situazione come si fa a sapere cosa si trova a livello di rosa, calciatori e tutto. Bisogna fare esperienza. Dovremo migliorare alcune cose perché ripeto, la classifica è lì ma non ci deve fare chiudere gli occhi e pensare che è tutto ok. Dobbiamo essere onesti e capire che c’è da migliorare se vogliamo iniziare un percorso. Queste vittorie sono molto sofferte, con la macchina al massimo dei giri. Non è una passeggiata, merito di questo gruppo che sta facendo cose oltre le aspettative”.

Fonte foto: Instagram Inter