Brambati: “Oggi la Juve non ha un allenatore in panchina. Haaland, che rimpianto”

L’ex calciatore Massimo Brambati ha parlato presso TMW Radio in merito alla Champions e alla Juventus:

Champions, sugli scudi Haaland e Mbappè. E’ un passaggio di consegne? “Prima di dirlo aspetterei, anche se Mbappè si è già messo in evidenza. Ronaldo e Messi hanno fatto la storia dei rispettivi club. Finora Haaland non ha giocato per club così importanti. Le prestazioni di Ronaldo e Messi sono state di un’importanza diversa. Mbappé è più avanti ad Haaland, è più completo e ha già vinto un Mondiale. Haaland rappresenta il grandissimo errore della Juventus, che non lo ha acquistato”.

Poteva arrivare Haaland? “Raiola ha dato un’opzione alla Juve, con una clausola rescissoria non altissima. Tornando però alla partita col Porto, oggi per me la Juve non ha un allenatore. Ha un grandissimo e calciatore, che si è seduto sulla panchina più importante d’Italia e d’Europa senza esperienza e con uno staff non all’altezza. Per far crescere i giovani chiamo uno diverso da Pirlo, uno che ha esperienza e sa come fare con i ragazzi e sa gestire i campioni. Magari tra due anni sarà uno dei migliori tecnici al mondo, ma oggi Pirlo non lo è. Il primo gol è incredibile. L’errore di Bentancur non doveva esserci. Ogni allenatore vede i difetti della squadra. Se vedeva certe carenze a centrocampo, non prendeva questa squadra e lo faceva presente. Un tecnico deve dare un’identità. C’è differenza tra quanto visto con il tanto vituperato Sarri e oggi?”.

Fonte: TMW

LEGGI ANCHE: GENOA, ZAPPACOSTA: “CON BALLARDINI INTENSITA’ E SERENITA’. VOGLIO DARE ANCORA DI PIU'”

ULTIME NOTIZIE