Black out Juve a San Siro: Il Milan rimonta da 0-2 a 4-2

Black Out Juve, il Milan vince 4-2

E’ la classica partita da “strano il calcio”. Strano perchè per 45 minuti abbiamo assistito ad una partita tattica, giocata sotto ritmo da ambo le squadre che pensavano più a cercare equilibrio per non scoprirsi che osare in avanti. Solo delle fiammate qua e la con Bernardeschi e Ronaldo da una parte, e Rebic e Ibrahimovic dall’altra, hanno contraddistinto la prima frazione di gioco. Secondo tempo senza senso: In 5 minuti la Juve piazza 2 gol, prima con il gol spettacolare di Rabiot che si fa tutto il campo palla al piede per poi scaricare un sinistro all’incrocio, poi con Ronaldo che approfitta di un pasticcio difensivo tra Romagnoli e Kjaer e di sinistro buca Donnarumma siglando il 2-0. Partita chiusa? Macchè. La Juve si addormenta e i rossoneri nel giro di 5 minuti, dal 62′ al 67′, la riaprono, pareggiano e si portano in avanti: Ibrahimovic su rigore, Kessie di serpentina e Leao i protagonisti. Il punto esclamativo lo mette Rebic a dieci dal termine dopo un regalo di Alex Sandro. Milan che continua la sua marcia vincente, Juventus che butta via 3 punti che potevano permettere di mettere 2 mani sullo scudetto vista la sconfitta della Lazio a Lecce nel match delle 19:30.

Parole di Pioli

Rangnick? “Non penso a cosa succederà dal 3 Agosto e se dovrò andare via. Quel che sarà si vedrà, non sono preoccupato perchè sono troppo concentrato sulla mia squadra e sui miei giocatori.”

Sinergia? “Lavorare con Rangnick? Io voglio allenare ed essere felice di andare in campo. Qui al Milan sono felice, a me piace andare sul campo.”

foto: Twitter Milan