Berlusconi:”Calcio non è priorità ma va tutelato”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Il calcio e il Coronavirus: l’opinione di Silvio Berlusconi

Il tema della ripresa dei campionati di calcio (e in particolare la Serie A) continua a tenere banco. Un tema su cui tanti esponenti della politica e dello sport si stanno esprimendo. E non poteva mancare il parere di uno che se ne intende come Silvio Berlusconi, che ha espresso il suo parere in una intervista a Libero.

Berlusconi:”Il calcio non è un’urgenza, ma dobbiamo tutelarlo”

«Il calcio è una parte importante della mia vita, sono stato presidente del club più titolato al mondo. Oggi, però, con tanti italiani, muoiono, soffrono negli ospedali, mentre tante aziende rischiano di fallire perdendo tanti posti di lavoro, la ripartenza del campionato non credo sia un tema urgente», ha commentato Berlusconi. Il presidente del Monza ha aggiunto però che:«Il calcio va comunque tutelato e il governo non sta facendo molto in tal senso. Anche per il mondo dello sport che è importante sia per un sano stile di vita e sia per i posti di lavoro che produce.»

Il pensiero di un uomo di politica e di sport

Un pensiero, quello del Cavaliere, diviso tra l’uomo politico e l’uomo di sport. Berlusconi riconosce l’importanza sociale ed economica del pallone e dello sport in genere. Tuttavia, non dimentica la situazione di emergenza che sta ancora vivendo l’Italia per via del Covid-19. 

FOTO: Silvio Berlusconi Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO