L’allenatore del Benevento Filippo Inzaghi ha commentato l’episodio che ha acceso gli animi nel post partita contro il Cagliari.

Il tecnico del Benevento Inzaghi dice la sua ai microfoni di Sky Sport, commentando l’episodio più chiacchierato della partita e della salvezza della sua squadra.

Corsa salvezza«Sapevamo che la Serie A era difficile. Abbiamo fatto un grande girone d’andata, mentre al ritorno abbiamo pagato qualche infortunio. Ci sono ancora 9 punti, chiaro che è ancor più complicato ma la squadra contro il Cagliari ha lottato fino all’ultimo».

Il VAR delle polemiche – «Voglio chiarire una cosa. Facciamo i complimenti al Cagliari per la rincorsa fatta, ma se una persona che ritengo speciale come Vigorito, che non si è mai lamentato in 15 anni di presidenza, perde la brocca…. L’arbitro mi ha detto che il tocco era lieve, ma lui aveva dato rigore. È stato un errore, perché l’arbitro ha deciso che era rigore e il VAR non può intervenire. Ma poi è normale mandare lo stesso VAR di Napoli-Cagliari in una partita che vale la salvezza?».

Leggi anche: Milan, Tomori: “Questo risultato e il gol ha reso la notte speciale. Champions? Questa vittoria ci dà un vantaggio”

Contro il Benevento?«No, altrimenti non farei questo lavoro. Ma io faccio una domanda: è normale mandare lo stesso VAR viste le polemiche di una settimana fa? Si può retrocedere sul campo lo accetto ma edere i miei giocatori che piangevano per questi episodi è difficile da accettare. Ero preoccupato quando è stato designato questo VAR in Benevento-Cagliari, non l’ho detto in settimana per non alimentare polemiche…».

Fonte: calcionews24.com

Articolo precedenteJuve, Pirlo: “Il secondo gol ha complicato la partita, ma il campionato non è finito. Continuo il mio lavoro fino alla fine”.
Articolo successivoRoma, Bove: “Che emozione esordire in Serie A! È un punto di partenza per la mia carriera”