Benatia torna sul suo passato: “Allegri mi ha tradito”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Benatia torna sul suo passato

Medhi Benatia, difensore dell’Al-Duhail, ha parlato a Sky sport del suo passato.Il più capitano di tutti è Buffon: Gigi è una leggenda, ha vinto tutto quello che si potesse vincere e parla sempre. Parla prima della partita, in aereo. Sente le partite. Ha un amore per la Juventus incredibile. Un esempio per tutti insomma. Poi ovviamente di altri capitani c’è Totti che è semplicemente Totti. Quando lo vedi, vedi la società, vedi Roma. Di Natale per me era uno dei giocatori più forti, un esempio da seguire.”

Benatia e il suo passato alla Juventus: “Allegri mi ha tradito”

“Juve Napoli? A livello personale ho fatto una grandissima partita, specie dopo l’infortunio di Chiellini. Il Napoli aveva stradominato e meritava di vincere. Nell’ultimo calcio d’angolo mi ricordo che l’arbitro mi aveva avvisato che mi guardava e Koulibaly ha fatto un gol incredibile. E’ stato un momento difficile per me, non ho dormito per giorni e pensavo di aver perso il titolo. Cominciammo a preparare la gara con l’inter e vedo che Allegri non mi fa giocare: mi sono sentito molto male ma fortunatamente abbiamo vinto grazie al Pipa e sono contento. Ma dopo quella gara mi sono sentito tradito, anche perchè Bonucci era al Milan e Howedes aveva tanti infortuni.”

Poi si è soffermato su un possibile ritorno a Roma

“Sarei tornato a piedi a Roma, ma non si è potuto fare purtroppo. Però quando ho saputo che per me alla Juve sarebbe finita volevo cambiare. Ho detto o vado in Qatar o torno alla Roma. Ho cercato con Massara e Balzaretti, ma non si è fatto purtroppo. Roma rimarrà sempre un posto speciale per me. Quando vedo Balza vedo questa bestia in palestra dalla mattina alla sera. E io con lui ho un rapporto molto speciale che spero non finisca.”

Foto: Wiki Benatia

COMMENTA L'ARTICOLO