Bayern Monaco-Eintracht Francoforte 5-2, errori e follia all’Allianz Arena

Come negli ultimi 4 scontri fra le due squadre, Bayern-Eintracht finisce con almeno 3 gol segnati. Quasi tutte le reti sono state segnate in un secondo tempo molto strano, in cui l’Eintracht ha tentato di reagire. E’ la quinta sconfitta consecutiva per il Francoforte, mentre è il settimo risultato utile consecutivo per il Bayern, che mantiene il primo posto. Unica nota negativa per i padroni di casa sono i 2 gol subiti, anche perchè era da 5 partite che riuscivano a mantenere sempre la porta inviolata. Continua invece il periodo nero per gli uomini du Hutter in trasferta e continuano anche gli evidenti e critici problemi difensivi.

LA PARTITA

Primo tempo a senso unico. Il gol del Bayern arriva al 17° , con Leon Goretzka che sfrutta il passaggio basso di Muller dalla fascia sinistra. L’attaccante chiude di piatto all’incrocio l’azione bavarese. Occasione poi al 25′ per il Bayern con il tiro insidioso di Kimmich da lontano. Pressione alta e trazione offensiva da parte dei padroni di casa, consapevoli delle insicurezze difensive degli ospiti. Primo tiro interessante del Francoforte al 33′ con la botta altissima di Hinteregger. Altra chance per i bavaresi che continuano a spingere per il raddoppio. Lewandowski di testa sfiora il palo e la gamba del compagno Coman, che avrebbe potuto depositare a porta vuota. Ripartenze numerose con parecchi errori, soprattutto da parte dell’Eintracht che non riesce a creare pericoli. I padroni di casa però riescono a trovare il 2-0 al 41′ con Muller che batte Trapp, su passaggio di Davies.

Si rientra in campo e il Bayern non perde tempo. Coman al 46′ serve da destra Lewandowski, con un cross a mezza altezza. Il polacco di testa non si fa trovare impreparato e sigla il tris. Ma gli ospiti non mollano, e al 52′ ,su un calcio d’angolo, Hinteregger colpisce male di testa ,ma ritrova il pallone e di controbalzo supera Neuer. E il difensore prova a prendersi sulle spalle la squadra. Al 55′ sfrutta una disattenzione da parte degli avversari, e sempre su angolo gira di testa sul secondo palo, segnando il 3-2. Clamorosa reazione da parte dell’Eintracht. Ma le confusioni difensive sono da entrambe le parti. Al 61′ Gelson Fernandes regala il pallone ad Alphonso Davies, che non sbaglia e riporta il Bayern a +2. Il ritmo della partita è molto alto, e sia Eintracht che Bayern vanno vicinissime al gol. Altro pasticcio degli ospiti ed è 5-2. Di nuovo Hinteregger, ma nella porta sbagliata, dopo un’azione pericolosa in area di rigore.

MARCATORI: 17′ Goretzka(BA); 41′ Muller(BA); 46′ Lewandowski(BA); 52′, 55′ Hinteregger(EI); 61′ Davies (BA); 74′ Aut. Hinteregger (EI)

ANDRE’ SILVA CAM

Prima frazione nulla per l’attaccante, ma anche per tutta la squadra. Le uniche note positive sono legate al movimento e al sacrificio da parte del portoghese, che ,essendo lontano dal gioco dei compagni, ha tentato spesso di avvicinarsi al centrocampo. Poca reattività con la palla tra i piedi, anche a causa del pressing aggressivo da parte dei giocatori del Bayern. Nel secondo tempo folle, inizialmente è invisibile e poco convinto nei contrasti con i difensori sulle palle lunghe. Unica chance verso la metà della frazione con il tacco per Gacinovic, che però viene fermato da Neuer. Sulla respinta il portoghese manda fuori

PERISIC CAM

Molto bene nel primo tempo il croato. Al 17′, con una finta di corpo intelligente permette a Muller di avere davanti a sè la fascia libera e di servire Goretzka per la rete del vantaggio. In altre azioni l’ex Inter si dimostra fondamentale negli scambi, fungendo quasi da perno per gli sfondamenti bavaresi. Più vicino alla porta nel secondo tempo, con alcuni tiri interessanti ma fuori dallo specchio. L’occasione più importante ce l’ha al 48′ sul cross invitante di Muller, che però non sfrutta a dovere colpendo male di testa. Il croato viene sostituito al 64′ per Serge Gnabry

Fonte foto: Bayern Monaco