L’opinionista di DAZN, Federico Balzaretti, ha parlato ai microfoni di Radio Bianconera sulla sfida di domani tra Atalanta e Juventus:

“Atalanta-Juventus? Giochi contro una squadra forte e una diretta concorrente, è una bella prova per i bianconeri. L’Atalanta è in forma, gioca bene, ha un calcio particolare e quindi sarà una prova diversa dal punto di vista anche tecnico-tattico. Può essere una partita divertente, ci sono tutte le componenti, e per la Juventus può essere una bella bilancia per misurare il lavoro di Pirlo”.

Su Pirlo:

“È un allenatore che parla tanto, ve lo posso assicurare. Chiaro che non possiamo chiedergli cose che non sono nella sua indole, ma il fatto che lui parli poco è un luogo comune. Incita tanto la squadra. Poi ovviamente non è uno che urla e gesticola, ma la comunicazione arriva poi giocatori”.

Sulla Juventus:

“La Juve è già nel suo secondo ciclo, secondo me il ciclo è finito con Allegri. La scelta di Sarri e poi quella di Pirlo sono arrivate per dare un tipo di calcio diverso, non che Allegri non giocasse bene a calcio. Poi se parliamo di valore assoluto, sicuramente è più basso rispetto agli anni passati. A centrocampo c’è qualcosa da correggere, penso che sia evidente. Io ho dato l’Inter come favorita per il campionato perché era nel secondo anno che è quello di consolidamento. La Juventus ha lavorato per ringiovanire la rosa, giocatori come Kulusevski e Chiesa dovranno dare il via a un secondo ciclo. Ci sono molti giovani e molti giocatori a fine ciclo, manca forse qualcuno sui 28-29 anni, quindi nel pieno della carriera”.

Su Lippi possibile direttore tecnico?

“La cosa più importante sono gli equilibri. Se gli equilibri a inizio anno sono chiari allora sì, se poi i ruoli si accavallano ci sono grande problematiche. Tutto è relativo. Credo comunque che Lippi sia una persona intelligente e che possa essere un valore aggiunto, dipende tutto dagli equilibri e dai ruoli”.

Su Gosens?

 “Sarà un bel duello con Cuadrado che è uno dei giocatori più in forma della Juve, ha fatto una stagione straordinaria. Sarà un duello chiave, Gosens è destinato a fare il grande salto”.

Fonte: TuttoMercatoWeb

Leggi anche: Udinese, De Paul cambia agente: la scelta dell’argentino

Articolo precedenteLazio-Benevento: ecco i convocati di Filippo Inzaghi
Articolo successivoColonnese: “Insigne il vero top player del Napoli. Demme e Fabian Ruiz grande coppia di centrocampo”