Australia-Perù 0-2: L’orgoglio di due nazioni che salutano il mondiale

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Si conclude così allo Stadio Olimpico Fišt la fase a gironi del gruppo C, con un match valido soltanto per la gloria tra Australia e Perù. A trionfare sono stati i peruviani, ma entrambe le squadre hanno saputo regalarci un buon calcio e tanta voglia di fare, uscendo di scena tra gli applausi del pubblico in festa.

 

CRONACA DEL MATCH

Premessa: Qualificarsi per la coppa del mondo partendo dai raggruppamenti delle nazionali appartenenti alla federazione denominata “OFC”(la confederazione di calcio nell’Oceania) si sa, non è un’impresa chissà quanto ardua, tant’è che l’Australia spesso ci riesce in scioltezza. Ma i ragazzi di  Bert Van Marwijk oggi hanno ribadito di meritare il loro posto nel girone, giocando ogni match a petto in fuori mettendo in seria difficoltà persino la Francia. Discorso diverso, inizialmente, per il Perù: Mancavano al mondiale da 36 anni e avevano fatto maluccio nelle prime due uscite.

Toccava a loro dunque oggi stupire i propri tifosi, e la gioia non ci mette molto a riempire i cuori dei tantissimi peruviani presenti: Al 18′ minuto Carrillo sblocca la gara con un gran destro al volo da fuori area, ed è subito tripudio del pubblico. La reazione australiana c’è e passa spesso tra i piedi di Tom Rogic, ispiratissimo trequartista in forza al Celtic di Glasgow, che inventa e dispensa diverse giocate di livello al servizio dei compagni. Si va sotto la doccia con un 1-0 apertissimo, peccato per la difesa (quest’oggi decisamente la parte debole dei canguri) che concederà il 2-0 a capitan Paolo Guerrero chiudendo di fatto i giochi. Gli aussies continueranno comunque a praticare un soccer gradevole, in particolare da menzionare il talento assoluto nonché giocatore più giovane della competizione Daniel Arzani, classe 99′ che sfortunatamente scheggia la traversa dopo una gran conclusione dalla distanza.

C’è il rammarico finale tra i giocatori australiani per non aver regalato almeno una vittoria ai propri tifosi contrapposto alla gioia da parte di quelli peruviani per aver risollevato le sorti di un mondiale che sembrava avaro di soddisfazioni, ma c’è anche l’orgoglio per entrambe le nazionali per il mondiale disputato, mondiale che salutano a testa alta.

 

TABELLINO DEL MATCH

Australia: (4-3-3) Ryan; Milligan, Behich, Risdon, Sainsbury; Mooy, Jedinak, Rogic; Leckie, Juric, Kruse.

All. van Marwijk

Perù: (4-3-3) Gallese; Santamaria, Trauco, Ramos, Advincula; Cueva, Tapia, Yotun; Guerrero, Carrillo, Flores.

All. Gareca

COMMENTA L'ARTICOLO