Ai microfoni di Dazn ha parlato Stefano Pioli, che al termine della partita contro l’Atalanta ha rilasciato queste parole: “Ottima prestazione, abbiamo giocato con intensità, energia. Una vittoria pesante che conclude un periodo impegnativo ed un segnale che stiamo crescendo”.

Peccato per i due gol subiti
“L’importante è vincere, poi secondo me sul secondo gol c’era un fallo clamoroso su un nostro giocatore. Ma sono troppo soddisfatto della prestazione dei miei giocatori, contro un avversario fortissimo e stasera abbiamo dimostrato di potercela giocare alla pari con chi è da quattro anni al vertice del campionato. Questo significa che stiamo crescendo”.

Come valuta la prestazione di Brahim e Leao?
“Ho chiesto uno sforzo importante, ma per i ragazzi è meglio correre in avanti che indietro. Hanno fatto sicuramente bene e ogni volta che hanno recuperato palla siamo stati pericolosi”.

Sulla crescita della squadra
“Sono due anni che giochiamo in un certo modo e otteniamo risultati importanti. Non dobbiamo accontentarci. A Liverpool nella prima mezz’ora rimprovero il non essere dinamici. Stavolta lo siamo stati”.

Su Kessie
“Non ho dubbi sulle sue qualità e sui suoi atteggiamenti. Franck oggi ha fatto una partita strepitosa. La sua prestazione mi ha ricordato l’ultima gara dello scorso anno dove fu sontuoso. Franck è un titolarissimo”.

Sulla crescita della Serie A
“La Serie A sta migliorando grazie a tanti allenatori che fanno un calcio più propositivo. Poi la Champions ci sta aiutando, facendoci capire che è necessario aumentare l’intensità. Son cresciuto anch’io ma è merito dei giocatori e del club che mi ha sempre sostenuto e tutelato”.

Su Tonali e le parole sullo scudetto
“Giusto cavalcare l’entusiasmo. È giusto che i nostri giocatori pensino di essere migliori degli altri”.

Dopo la sosta rientrano Ibrahimovic e Giroud
“Benedetti rientri, non vedo l’ora che sia così perché Zlatan è un campione, ha giocato un quarto d’ora e ha fatto subito gol. Lo stesso Olivier era partito forte, con prestazioni eccezionali, poi ha avuto mal di schiena. Devo fare i complimenti intanto a Leao e Rebic che in queste 7 partite gli ho tirato il collo e loro si sono sempre fatti trovare pronti”.

Leggi anche: Atalanta-Milan, parla De Roon: “E’ normale che quando prendi subito gol la partita cambia”

Articolo precedenteAtalanta-Milan, parla De Roon: “E’ normale che quando prendi subito gol la partita cambia”
Articolo successivoAtalanta-Milan, parla Gasperini: “Ilicic? Mi auguro che Josip torni ad essere decisivo come prima”