Atalanta-Milan 5-0, Pioli: “Siamo tutti responsabili. Per Ibra dovete chiedere alla dirigenza”

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Che Dea al Gewiss Stadium. Differenza evidente tra le due rose, con un Milan, che aveva dato segnali di ripresa,  letteralmente demolito da un’Atalanta straripante. I nerazzurri ne fanno 5 e rendono onore al loro allenatore Gasperini. Delusione totale per Pioli, che conclude l’anno con la peggior prestazione dei rossoneri questa stagione.

LA PARTITA

Parte a mille l’Atalanta di Gasperini, con subito l’occasione per Ilicic che da lontano impegna Donnarumma. I padroni di casa sono anche padroni del gioco, e al 10′ il Papu si inventa una giocata clamorosa, saltando Conti con un tunnel e piazzando la palla all’angolino. Vantaggio per la Dea. Atalanta arrembante e al 15′ su una seconda palla , Pasalic scheggia la traversa con un tiro da fuori. I rossoneri iniziano a giocare e hanno la prima occasione con la botta di Rodriguez al 28′, fuori di pochissimo. Verso la fine del primo tempo l’Atalanta torna ad attaccare, con il tiro a giro di Ilicic, parato da Donnarumma.

Nel secondo tempo al 52′ altra chance per l’Atalanta con Malinowski che sfrutta un’indecisione della difesa rossonera e ci prova con un tiro rasoterra, che termina a lato. Arriva al 61′ il raddoppio dell’Atalanta con tocco di Pasalic su tiro di Gosens. Al 63′ contropiede micidiale della Dea, palla ad Ilicic che incrocia e batte il portiere. La Dea non si ferma più e al 72′ Ilicic sigla la doppietta con una pennellata all’incrocio. La Dea sfiora il quinto gol all’ 81′ con Castagne che tira botta sicura a pochi passa dalla porta, ma Donnarumma salva in qualche modo. Il portiere però compie un errore in uscita nell’azione successiva, facendosi superare dal subentrato Muriel che deposita in rete il quinto gol all’84’.

 

MARCATORI: 10′ Gomez (AT), 61′ Pasalic (AT), 63′ -72′ Ilicic (AT), 84′ Muriel (AT)

DICHIARAZIONI POST-PARTITA: STEFANO PIOLI

Sulla partita

“Sicuramente abbiamo sbagliato la partita, non abbiamo approcciato bene la gara e i duelli. Oggi le responsabilità sono soprattutto nostre. Dobbiamo lavorare, perchè non possiamo essere questi”

Sui gol presi 

“I primi venti minuti siamo entrati in campo con poca lucidità, e poi è difficile rimediare contro queste squadre. Troppi errori commessi, e tutti devono lavorare meglio. Oggi gravemente insufficienti”

Sulla mancanza di personalità

“Quando hai una squadra cosi giovane diventa difficile rimanere in partita. Nel secondo tempo siamo stati pessimi, e non siamo riusciti a reagire al secondo gol. Potevamo essere più lucidi. Conosco i pregi e i difetti dei miei giocatori, e guardando la partita di oggi servirebbero molti innesti dal calciomercato”

Sull’inizio del match

“Siamo scivolati male con la difesa. Nel secondo tempo pensavo potessimo fare meglio, ma ne hanno fatti altri 4”

Su Ibrahimovic

“Sono domande da fare alla dirigenza. Io ho già detto che è un grande campione che alzerebbe la competitività. Ci sarebbe maggiore motivazione anche durante gli allenamenti. Purtroppo la prestazione di oggi è figlia di una settimana negativa e siamo tutti responsabili. Cerchiamo di passare il natale serenamente, anche se sarà difficile”

 

 

 

COMMENTA L'ARTICOLO