Atalanta da spettacolo: 3-2 in rimonta con la Lazio

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

Atalanta spettacolare

Prima Lazio, poi Atalanta. Calcio spettacolo sotto i riflettori di un Gewiss Stadium gremito di seggiolini vuoti, ma come se fossero pieni. E’ un Atalanta che non fa prigionieri con nessuno, e stasera l’ha dimostrato; con o senza Gasperini in panchina l’identità è quella. Una prima frazione di gioco che vede una Lazio messa meglio in campo e che sfrutta gli uno contro uno lasciati dai 3 difensori atalantini e in 5 minuti i biancocelesti piazzano un uno-due terrificante, prima con l’autogol sfortunoso di De Roon dopo una discesa di Lazzari, poi con un capolavoro del Sergente Milinkovic che da 25 metri mette la palla all’angolo dove Gollini non può mai arrivare. Lazio che domina per la prima mezz’ora sprecando chance di piazzare un k.o definitivo, ma poi viene fuori la Dea che crea e riapre la partita con il classico gol “esterno-esterno” sull’asse Hateboer-Gosens, con quest’ultimo che mette la palla all’angolo.

Lazio con poche colpe

Seconda frazione solo Atalantina che domina mettendo sotto una lazio con un calo fisico evidente. Al 66′ Malinovskiy pareggia con una botta terrificante da fermo bucando le mani di Strakosha, e a 10 dal termine Palomino da calcio d’angolo svetta su Caicedo, sfruttando anche l’orribile uscita di Strakosha, e deposita in rete per il 3-2. Una Dea che ha subito, reagito, e affondato una Lazio che può solo recriminare il fatto di non aver sfruttato le occasioni del primo tempo, con un Immobile poco cinico: ma dopo 90 giorni è più che un attenuante. Riniziare il campionato così pam pronti via con l’Atalanta non è il massimo per la squadra di Inzaghi. Dea che sogna il terzo posto a -4 dall’Inter, Lazio che non accorcia sulla Juve scivolando anche lei a -4.

foto: twitter Atalanta

COMMENTA L'ARTICOLO