AS Roma, un prestito per pagare i dipendenti del club

Fonte foto: %author%

SEGUICI SU

AS Roma, futuro ancora incerto per la squadra della Capitale

AS Roma in grande fermento. C’è grande preoccupazione per il futuro della società giallorossa. La trattativa per la cessione del club tra il proprietario italo-americano James Pallotta e il tycoon statunitense Dan Friedkin è ancora in stallo e il tempo scorre. Più passa il tempo e più la Roma ha bisogno di liquidità per ripianare i propri debiti. Una situazione che potrebbe ripercuotersi anche sui salari dei dipendenti.

AS Roma, prestito di 6 milioni per pagare i dipendenti: garantisce lo Stato

E proprio per onorare gli stipendi dei propri dipendenti, la società capitolina ha chiesto un prestito di sei milioni, attraverso il suo CEO Guido Fienga. Come riferito dal Sole 24 Ore, con il sostegno limitato del proprietario Pallotta, la Roma ha deciso di ricorrere al Decreto Liquidità chiedendo un prestito all’Istituto di Mediocredito con un tasso d’interesse pari al 2,35%. A garantire il prestito c’è un partner d’eccezione: lo Stato italiano. I dipendenti del club giallorosso (giocatori e allenatore compresi) hanno già rinunciato alla mensilità di marzo e si sono visti spalmare le tre successive. Dal 1° luglio, però, dovrebbero tornare a percepire i loro stipendi. A erogare il denaro richiesto dall’AS Roma sarà la Banca Popolare del Lazio.

Roma, futuro e bilancio in profondo rosso

Un prestito che palesa la situazione estremamente serie che sta attraversando l’AS Roma in questo periodo. Una situazione aggravata anche dalla pandemia di Coronavirus, ma che con il passare dei giorni rischia di diventare sempre più critica. La soluzione del prestito, però, non farà altro che aumentare i debiti che al 31 marzo avevano superato la soglia dei 280 milioni. A questi si aggiungeranno i 30 da rimborsare a Pallotta per il prestito da lui concesso. Se non ci sono ricavi, più si andrà avanti e più la dirigenza dovrà ricorrere a misure eccezionali per la gestione ordinaria.

FOTO: AS Roma Twitter.

COMMENTA L'ARTICOLO