Serie A: il Napoli passa a Bergamo!

03 Dicembre 2018 - 23:02 di

Vittoria negli ultimi minuti per il Napoli a Bergamo. Dopo aver iniziato a mille la partita, con il gol di Ruiz al 2′ minuto ,il Napoli a poco a poco ha lasciato il pallino del gioco all’ Atalanta; che dopo un susseguirsi di occasioni trova il gol del pareggio. Duvan Zapata sigla il gol dell’ 1-1 al minuto 56′, ma la partita quando sembra avviarsi sulla via del pareggio; cambia ancora risultato con l’ ultimo entrato in casa Napoli. Su imbeccata di Mario Rui , Milik stoppa e lascia partire un tiro che trafigge Berisha e che porta i 3 punti per Ancelotti.

Di seguito riportiamo le parole di Ancelotti e di Milik:

«Abbiamo fatto una partita diversa da quel che volevamo. Il gol all’inizio ci ha costretto a cambiare qualcosina. L’Atalanta ha attaccato forte per raggiungere il pareggio, e l’ha mertitato. Questo sforzo, probabilmente, ci ha portato ad avere più energie per vincere nel finale».

I cambi nella ripresa: «Tutti quelli che sono entrati hanno dato vivacità, per Milik è stato un gol importante. Ha vissuto un periodo difficile, in cui non è andato in campo con continuità».

La difesa nel primo tempo: «Quando c’è da attaccare si attacca, ma bisogna difendere in altri momenti. Dopo il nostro gol abbiamo abbassato gli esterni, per noi non è una cosa usuale. Però nel primo tempo siamo stati bravi a coprire davanti alla nostra area. Difendere bene è un segno di marturità, ci sono gli avversari. E stasera abbiamo affrontato una squadra molto forte, in un ambiente bello con un pubblico corretto. Questo mi fa molto piacere, c’è stata grande intelligenza da parte dei tifosi dell’Atalanta. Questo deve essere il calcio, una festa di sport con un vincitore e un vinto. Stasera magari i tifosi dell’Atalanta saranno arrabbiati, ma hanno visto una grande partita».

Ancelotti tiferà Inter venerdì in casa contro la Juventus? «La prima maglia che mi hanno regalato da bambino era dell’Inter, di Mazzola. Devo vedere di recuperarla, non so dov’è”.

Le parole di Milik:

“E’ stato un gol importantissimo per me, ho segnato dopo qualche giornata. Sono felice per la vittoria, abbiamo lavorato tanto per ottenerla. Andiamo avanti e pensiamo alla prossima gara con il Frosinone”.

Così ti candidi a mettere pressione ad Ancelotti per il posto da titolare. “Giusto che voglia giocare di più, vorrei giocare sempre, segnare sempre. Ma il calcio è così, a volte non è come vogliamo. Sono felice per questa vittoria, ci concentriamo solo sul lavoro”.

E’ importante la fiducia per l’Europa? “Abbiamo un’altra partita di campionato prima. Poi in Champions vogliamo vincere col Liverpool e andare avanti, sappiamo che sarà difficilissimo”.