Sassuolo-Juventus: 0-3 e la Juventus riparte

10 Febbraio 2019 - 21:41 di

Dopo il pareggio inatteso dello Stadium, la Juve riparte da Sassuolo con un 0-3 senza dubbi e con un Ronaldo al top che compare in tutte e tre le azioni dei gol. La sblocca Khedira al minuto 23, al minuto 70 Ronaldo firma il gol numero 18 in Serie A. Mentre al minuto 86 la chiude Emre Can appena entrato, su assist di Ronaldo.

Di seguito riportiamo le dichiarazioni di Massimiliano Allegri:

La squadra dopo il rischio che abbiamo preso sull’uscita di Szczesny si è messa lì tranquilla, ha avuto la forza di aspettare e far passare il momento. Poi ha giocato bene contro un buon Sassuolo. È sempre difficile e complicato giocarci contro. Venerdì abbiamo il Frosinone che ha vinto tre partite in trasferta senza mai prendere gol. Poi penseremo al Madrid, tanto da venerdì a mercoledì ci sono cinque giorni”

Sul record di Conte da battere: “Il record di punti di Conte, di quella Juventus, difficilmente sarà battibile. L’importante ora era ritornare a +11 dal Napoli e cercare di andare a +14 venerdì. poi penseremo alla Champions. Per me quello che conta è vincere lo Scudetto e dopo fare mille punti non serve a niente”.

Sull’esclusione di Dybala: “Paulo è il giocatore che insieme a Bonucci ha giocato più partite di tutti quest’anno nella Juventus. Direi che è stato molto bravo perché lui sabato sera, con quell’atteggiamento, dove ha chiesto scusa, ha trovato l’energia per fare bene una settimana di allenamento ed entrare al meglio, con la testa, dentro la partita di stasera. Perché stasera in 15 minuti ha fatto delle cose straordinarie. Così come Emre Can, come Bentancur. La squadra sta crescendo, ci sono tante partite, devo fare delle scelte”.

Sulla sostituzione di Khedira: “L’ho tolto perché aveva fatto 65 minuti, ieri sera aveva 37 e mezzo di febbre, c’è stato un momento in cui c’era bisogno di un pochino di freschezza. In quel momento, siccome gli altri stanno bene, far recuperare dei minuti e far risparmiare minutaggio a qualche giocatore a metà campo era molto importante”.

Sulla difesa: “Caceres e Rugani hanno fatto bene anche sabato. Poi il calcio è bestiale perché fino al gol del 2-1 del Parma avevano fatto bene. Se prendi gol chi metti in croce? I difensori. Stasera, però, c’era un’attenzione diversa, infatti anche sul 3-0 sono stati bravi a stare dentro la partita e a non prendere gol. Sabato abbiamo messo un pezzo, oggi ne abbiamo messo un altro, ora bisogna andare avanti”.