Safari, sviluppatore chiave lascia Apple per il concorrente Arc

Charlie Deets, uno sviluppatore chiave di Safari, ha lasciato Apple per lavorare per The Browser Company, uno sviluppatore Arcoil browser alternativo di ultima generazione che personalizza completamente la navigazione web, anche con funzioni di intelligenza artificiale AI.

Il browser Arc si fa notare già da tempo per alcune interessanti peculiarità; gli sviluppatori affermano che la “mission” dell'azienda è quella di voler “rincontrare Internet” con metodi di personalizzazione avanzati, prestazioni invidiabili ed un'esperienza d'uso di alto livello.

Deets ha annunciato il suo arrivo a The Browser Company sui social media, spiegando che ha lavorato per Apple per cinque anni. Nel suo profilo LinkedIn, Deets scrive di essere arrivato in Apple nel 2019 e che per la multinazionale di Cupertino si è occupato di “Safari, Home, Privacy, Accessibilità e Condivisione dello schermo”. Prima di lavorare per Apple ha lavorato come Lead Product Designer per Meta su prodotti come Facebook e WhatsApp.

Lo sviluppatore principale di Safari passa al browser concorrente

Il mese scorso The Browser Company ha annunciato di aver raccolto 50 milioni su una valutazione di 550 milioni, promettendo l'arrivo del browser per Windows, macOS e iOS entro l'estate, oltre ad una piattaforma con funzionalità di sincronizzazione tra i vari sistemi.

Lo sviluppatore principale di Safari passa al browser concorrente

Lo sviluppatore principale di Safari passa al browser concorrente

Tra le peculiarità di Arc (che utilizza il motore Chromium, lo stesso già utilizzato da Google Chrome), la gestione avanzata dei tab (con sezioni principali: Preferiti, Schede fisse e Schede giornaliere), la gestione degli spazi di lavoro con possibilità di personalizzazione ogni dettaglio, con profili diversi in base agli spazi di lavoro.Safari, lo sviluppatore chiave lascia Apple per il concorrente Arc

Safari, lo sviluppatore chiave lascia Apple per il concorrente Arc

Tra le altre numerose peculiarità di Arc segnaliamo la modalità Anteprima (una piccola anteprima dei siti che visiterai), il mini player (per riprodurre elementi multimediali), la visualizzazione divisa (per affiancare fino a quattro tab tramite trascinamento & drop), la gestione di Notes e Easle, una sorta di lavagna dove aggiungere contenuti e prendere nota di tutte le attività rilevanti.

Per ulteriori dettagli sull'app Arc Search per iPhone, fare riferimento a questo articolo. Tutti gli articoli che parlano di Intelligenza Artificiale sono disponibili nella sezione dedicata di macitynet.