Robinho, ex stella del Manchester City caduta in disgrazia, si prepara per una nuova carriera in prigione come riparatore televisivo mentre sconta nove anni per stupro

DISGRACED, l'ex asso del calcio Robinho sta intraprendendo una nuova carriera dietro le sbarre: come riparatore televisivo.

L'ex sensazionale Manchester City e AC Milan, che ha scontato nove anni in un infernale carcere brasiliano per stupro, sta frequentando un corso in prigione di elettronica di base.

2

Robinho è stato incarcerato nella sua terra natale all'inizio di quest'annoCredito: AFP
Il brasiliano, 40 anni, ha già giocato in Inghilterra con il Manchester City

2

Il brasiliano, 40 anni, ha già giocato in Inghilterra con il Manchester CityCredito: Getty

Il truffatore milionario, che ha un patrimonio netto stimato di 60 milioni di sterline, sta imparando come riparare televisori, radio e altri elettrodomestici in un programma di lavoro carcerario.

Il programma è progettato per insegnare ai detenuti nuove competenze in preparazione al loro futuro rilascio.

L'avvocato di Robinho, Mario Rosso Vale, dice che l'ex giocatore è stato un prigioniero modello da quando è stato incarcerato a marzo.

Ha detto a SunSport: “Robinho tiene la testa bassa e va avanti tranquillamente… è un detenuto esemplare e non ha avuto problemi con gli altri prigionieri.

“Gli hanno regalato anche delle scarpette da calcio, una volta integrato, per partecipare alle partite durante la ricreazione.

“Si sta tenendo occupato. Si è iscritto a un corso base di elettronica per imparare a riparare televisori e radio. Deve fare 600 ore di apprendimento a distanza per qualificarsi in quest'area.”

Il signor Vale ha detto che il corso è fornito dall'Istituto Universale Brasiliano, aggiungendo: “È difficile dire se gli piaccia o no, ma aiuta a passare il tempo”.

La stella caduta è stata giudicata colpevole per il suo ruolo nello stupro di gruppo di una donna albanese in una discoteca di Milano nel 2013.

Cronologia del caso di stupro di Robinho

Il caso di stupro che coinvolge il calciatore brasiliano Robinho dura da diversi anni. Ecco una breve cronologia:

  • 22 gennaio 2013: Robinho faceva parte di un gruppo di sei uomini condannati per aver aggredito sessualmente una donna albanese in un club durante la sua permanenza al Milan.
  • 2014: I media brasiliani hanno riferito delle accuse contro Robinho, ma all'epoca non è stata presentata alcuna accusa formale.
  • 2017: Robinho è stato giudicato colpevole di violenza sessuale da un tribunale italiano e condannato a nove anni di carcere. Tuttavia, ha negato le accuse e ha presentato ricorso contro il verdetto.
  • 2020: Dopo il processo d'appello, la sentenza di Robinho è stata confermata dal tribunale italiano. Ma a causa della prescrizione in Italia, non è stato estradato per scontare la pena.
  • 2022: Viene ratificata la pena detentiva di Robinho.
  • Marzo 2023: Robinho ha consegnato il suo passaporto alle autorità
  • Novembre 2023: I pubblici ministeri italiani hanno affermato di ritenere che Robinho avrebbe dovuto scontare la sua pena in Brasile.
  • 20 marzo 2024: La Corte Superiore del Brasile ha formato una maggioranza semplice e ha votato affinché Robinho scontasse la pena nel suo paese d'origine.

Il governo italiano aveva chiesto che scontasse la pena in Brasile dopo aver fallito nell'ottenere l'estradizione.

L'ex attaccante di samba è stato portato dalla sua lussuosa casa fronte mare a Santos alla prigione rurale di Tremembe vicino a San Paolo, dove ora trascorre i suoi giorni in una minuscola cella di otto metri quadrati.

Detenuti decapitati e signori della guerra nelle infernali carceri brasiliane dove l'ex stella del Manchester City Robinho rischia 9 anni

Per tenersi occupato Robinho, 40 anni, si è anche offerto volontario per gestire un programma di lettura che distribuisce 500 libri al mese ad altri detenuti nella famigerata prigione.

Gli avvocati della stella caduta stanno attualmente facendo appello contro la sua sentenza.

Robinho potrebbe ottenere un regime carcerario più flessibile per la buona condotta in carcere, secondo la legge brasiliana. Ne avrà diritto nel 2027, quando sarà stata scontata quasi la metà della sua pena.

La stella ha giocato per club tra cui Real Madrid, Manchester City e AC Milan, e ha firmato un contratto nel 2020 per tornare nel suo primo club nel suo nativo Brasile, il Santos.

Tuttavia, l'accordo è andato in pezzi quasi immediatamente dopo che gli sponsor avrebbero minacciato di tagliare i rapporti con il club per aver ingaggiato un giocatore condannato per stupro.

Lascia un commento