Robin Friday, l'alter ego di George Best, tra alcol, droga, donne e....diarrea! -
REGISTRATI LOGIN -
HOME>FOOTBALL STORY>Robin Friday, l’alter ego di George Best, tra alcol, droga, donne e….diarrea!

Robin Friday, l’alter ego di George Best, tra alcol, droga, donne e….diarrea!

16 Marzo 2019 - 11:00 di Vittorio Cornacchia - Articolo letto: 38 volte

Tag

#aekatene#AIA#AIC#AjaxRealMadrid#alessandria#AlessandriaGianaErminio#AlessandriaPiacenza#AlessandriaPistoiese#AlessandriaProPiacenza#AlessioSestu#alisson#allegri#Altafini#AndreaBarzagli#AndreaPetagna#AndreaPinamonti#AndreaRanocchia#AntonioConte#areola#ArezzoCarrarese#Argentina#ArgentinaMessico#arsenal#Arzachena#ascoli#atalanta#AtalantaFiorentina#AtalantaFrosinone#AtalantaInter#AtalantaJuventus#atleticomadrid#AurelioDeLaurentiis#AurelioDeLauretiis #LazioNapoli#Auronzo2018#azalkmaar#BarcellonaTottenham#Barison#basel#basilea#Belgio#benfica#Berardi#besiktas#BiagioPrivitera#biancocelesti#Biapri#bologna#BolognaCalcio#BolognaInter#BolognaMilan#BolognaRoma#bordeaux#BorussiaAtletico#braga#BruggeMonaco#buffon#Bulgarelli#burnley#Cadeo#CagliariInter#CagliariNapoli#calcioinglese#CalciomecatoSerieA#CalciomercaroSerieA#calciomercato#Calciomercato2018#CalciomercatoAlessandria#CalciomercatoCaglairi#CalciomercatoEmpoli#CalciomercatoFiorentina#CalciomercatoFrosinone#CalciomercatoGenoa#calciomercatointer#CalciomercatoJuve#CalciomercatoJuventus#CalciomercatoLazio#CalciomercatoMilan#CalciomercatoNapoli#CalciomercatoParma#CalciomercatoPiacenza#CalciomercatoRoma#CalciomercatoSampdoria#CalciomercatoSassuolo#CalciomercatoSerieA#CalciomercatoSerieC#CalciomercatoSpal#CalciomercatoTorino#CalciomercatoUdinese#Cambiasso#CarloAncelotti#Carrarese#CarrareseCalcio#cech#celtic#CesenaCalcio#ChampionsLeague#RealMadrid#BayernMonaco#Miasanmia#halamadrid#ChampionsLeague2018#ChampionsLeague2018/2019#chiellini#chievo#ChievoVerona#Chiriches#CLprobabiliformazioni#ColombiaInghilterra#ConferenzaAncelotti#conferenzastampa#ConferenzastampaInter#CONTAJUS#ConvocazioniArgentina2018#ConvocazioniItalia#copenaghen#coppa #europa #europe #UEFA#CoppaDAsia. #Giappone#CoppaItalia#CoppaItaliaSerieC#Cornelius#CosenzaCalcio#CostaRica#courtois#CR7DAY#Cremonese #CalciomercatoSerieC#CristianoRonaldo#CRJ#CroaziaInghilterra#Crosta#CrotoneCalcio#CuneoCalcio#CuneoProPiacenza#Cutrone#DanimarcaAustralia#dea#derbydellalanterna#DerbyDellaMole#DerbyMilano#designazioniarbitrali#difensori#difrancesco#dinamokiev#dinamozagabria#douglascosta#Driussi#DuvanZapata#EintrachtInter#Ekdal#EmilianoSala#empoli#EmpoliBologna#EmpoliInter#EmpoliJuventus#EmpoliLazio#EmreCan#EuropaLeague2018/2019#EusebioDiFrancesco#FabioParatici#FabioQuaglierella#Favarin#Favarintestata#FcInter#FcInter1908#FcInternazionale1908#FcInterNews#fenerbahce#Fenomenorivoluzionario#feyenoord#FIGC#fiorentina#FiorentinaInter#FiorentinaJuventus#FiorentinaLazio#FiorentinaNapoli#FiorentinaUdinese#foggiacalcio#FootballNews#FootballStory#FormazioniUfficiali#ForzaGrigi#FranciaAustralia#FranciaBelgio#FranciaPerù#FrosinoneCagliari#FrosinoneFiorentina#FrosinoneSampdoria#gabigol#GaetanoD'Agostino#Gagliardini#Gattuso#GenoaCalcio#GenoaEmpoli#GenoaNapoli#Genova#GiornodellaMemoria#GipoViani#GironeE#GonzaloHiguain#gruppo B#gunners#atleticomadrid#europaleague#arsenal#HD#higuain #caldara #calciomercato #serie a#ICC#immobile#InfortunatiJuventus#InghilterraPanama#InghilterraSvezia#inter#InterAtleticoMadrid#InterBarcellona#InterBarcellonaLive#InterBologna#InterCagliari#InterEintracht#InterFanTV#InterFiorentina#InterFrosinone#InterGenoa#InterInfortunati#InterIsComing#InterLazio#InterMilan#InterMilanFormazioniUfficiali#InterNapoli#InterNews#InterParma#InterPSV#InterRapidVienna#InterRoma#InterSampdoria#InterSassuolo#InterSpal#intertorino#InterWomen#inzaghi#IvanPerisc#JoaoMario#JoseMourinho#JuvaLazio#Juve#Juvenews#JuventusBAlessandria#JuventusBologna#JuventusInter#JuventusLazio#JuventusManchesterUnited#JuventusNapoli#JuventusSassuolo#JuventusSpal#JuventusU23#JuventusU23Alessandria#JuventusUdinese#JuventusUnder23Alessandria#JuventusValencia#JuventusYoungBoys#KhediraJuve#Kiev2018#klopp#LautaroMartinez#lazio#LazioFrosinone#LazioSampdoria#LazioSiviglia#LazioSpal#LegaPro#LegaSerieA#leno#LeonardoBonucci#ligue1#lione#marsiglia#nizza#troyes#championsleague#europaleague#LioneBarcellona#lipsia#liverpool #tottenham #campionato #quintagiornata#LiverpoolBayernMonaco#LiverpoolStellaRossa#lotito#LottaSalvezza#LuccheseAlessandria#lucianospalletti#LuisNazariodeLima#manchesterunited#ManuelDeLuca#MarceloJuve#MarcoMaterazzi#MarcoRog#MarioMandzukic#MassimilianoAllegri#MassimoMoratti#matuidi#MauroIcardi#MercatoAtalanta#MercatoBologna#MercatoChievoVerona#mercatointer#mercatojuve#MercatoMilan#mercatoparma#MercatoSassuolo#MercatoTorino#MessicoSvezia#MicheleMarconi#Milan#MilanFiorentina#MilanInter#MilanJuventus#MIlanNapoli#MilanOlympiacos#MilanTorino#Milinkovic-Savic#milinkovicsavic#MoiseKean#MondialeRussia2018#MondialiRussia2018#MondoCalcioNews#Muriel#Nainggolan#NapoliCalcio#NapoliEmpoli#NapoliFiorentina#NapoliFrosinone#NapoliNews#NapoliSpal#NapoliStellaRossa#NapoliTorino#NereoRocco#NewsSerieC#NovaraCalcio#Nzonzi#OFenomeno#olimpico#olympiacos#PabloGonzalez#paokthessalonicco#PaoloScaroni#PapuGomez#Paratici#pareggio#parma#ParmaCalcio#ParmaChievo#ParmaInter#ParmaJuventus#partite#PauloDybala#PerisicArsenal#PerùDanimarca#PescaraCalcio#PiacenzaCalcio#Piatek#PierluigiPardo#PisaAlessandria#PisaCalcio#pjanic#PlayoffSerieC#Pogback#Politano#Portogallo#potenzacalcio#premierLeague#PrimaCategoria#probabiliformazioni#ProbabiliFormazioniSerieA#PronosticiSerieA#ProPatria#ProPiacenza#protagonisti#protagonistimondiali#ProVercelli#PSVTottenham#RadjaNainggolan#Rafinha#ramsey#RapidViennaInter#RealBetisMilan#RealMadridLiverpool#Reggiana#Reggina #Reggio Calabria#reina#RicardoKakà#RiccardoCazzola#RisultatiSerieC#RiverBoca#RivoluzioneRonaldiana#RoadtoMadrid2019#RoburSiena#RomaBologna#RomaChievo#RomaNapoli#RomaSassuolo#RomaSpal#RomaTorino#Salernitana#salisburgo#salvezza#SamiKhedira#sampdoria#SampdoriaFioretina#SampdoriaMilan#SampdoriaNapoli#SampdoriaSassuolo#SantiagoBernabeu#saponara#sassuolo#SassuoloNapoli#SassuoloUdinese#SccNapoli#schmeichel#sconfitta#SecondaCategoria#semplici#Serbia#SeriaATim#SerieA#SerieA #SSLazio#SerieA2018/2019#SerieAlive#SerieAnews#SerieATim#serieB#SerieC#SerieC2018/2019#SerieCGirone A#SerieCGironeA#SerieCGironeB#SerieCnews#SerieCnres#SerieCPlayoff#SerieCrisultati#SerieDGironeA#SerieDGironeI#Shoah#SimoneInzaghi#situazioneMian#siviglia#SkyDAZN#sognoserbo#Spagna#SpagnaCroazia#SpagnaInghilterra#spal#SpalAtalanta#SPALRoma#spareggiel#spartakmosca#SqualificaFavarin#SSCNapoli#SSLazio#standardliegi#StefanDeVrij#StefanoPioli#Suso#SveziaSvizzera#Svizzera#szczesny#TeamBiapri#Tikitaka#TommasoCucchietti#torino#TorinoCalcio #Soriano#TorinoGenoa#TorinoInter#TorinoJuventus#TorinoParma#Toronews#TottenhamBorussiaDortmund#TottenhamInter#trequartista#TuttoSerieC#UclLive#UCSampdoria#udinese#UdineseAtalanta#UdineseJuventus#UdineseNapoli#UdineseRoma#UdineseSampdoria#uefa#uefachampionsleague#UefaEuropaLeague#UruguayFrancia#USAlessandriaCalcio#VeronaHellas#vidi#VirtusCastelFrentano#VirtusEntella#VirtusFrancavilla#Viterbese#Vrsaljko#WalterSabatini#WandaNara#wenger #griezmann#lacazette #el#youngboys#YoungBoysJuventus#Zaniolo#Zeman#zenit2-282018AbruzzoacerbiAcirealeacmilanAdeyemoAdidasAgnelliagueroAjaxAjaxJuventusAlbadoroAlbissolaalessioromagnolialexsandroalianzalimaallanAllegrettiallenatorealmicialonsoAltobelloAlìAmerigo LiguoriamichevoliamiranteAncelottiAndriaanticipianticipoAntonino Mussoapoelapollonarabia sauditaarbitroArcangelo RagostaArezzo; LuccheseArsenalNapoliARSRovaganteasamoahASD TroinaAsd Troina CalcioasensioaspromonteAsRomaICCAtalantaEmpoliatleticoAuriemmaaurora pro patriaAutoavellinoBaBaileyBakayokoBaldinibaleBalotellibandieraBarcellonabariBariPorticibarrowbatebateborisovBayerLeverkusenbayernmonacobenassiBenedettobeneventobenzemaBerlusconibernardeschiBertolacciBiagioniBielsabigmatchbisceglieblanquiazulesboatengBoca JuniorsBocaJuniorsBocaRiverBombonerabonucciborjavaleroBorrelliborussiaborussiadortmundBorussiaMoenchengladbachbplBrasileBresciabrozovicbryanBubasBundesligabvbcaballeroCacerescagliariCALCIOCalcioChieriCalciomercato; Svincolati; BalotelliCalendaricalendariocallejoncampagna abbonamenticampionatocampionato del mondoCampione d'ItaliacancanceloCani SciolticapelliCapolistaCarboneCarlo BreveCarpicasemirocasertanaCassanoCassataCassazionecastellammareCastorinaCastrovillaricataniaCatanzarocavaniCaveseceballosCelientoCenturioncesenaCevolichacho coudetchampionsChampions; InterChampionsLeagueChampions LeagueChampions League; Inter; PsvChelseaChelseaWestHamchierichiesaCiotticissècitizensCittadellaCittanovesecittà dei due mariCittà Di MessinacityclasicoClassificaclubbruggeCodaCodiceQRcolombiaColzaniComanCommando NeuropaticoComoconferenzaconteconvocazionicopalibertadoresCopaLibertadorscopenhagenCoppa italiaCoreacorsicosenzacostacoutinhocr7cremoneseCrispinocristianoCristiano RonaldocroaziaCrotoneCuadradocurva est Vibo ValentiadagaDaniloDanilo Beccariadanilo quartoDario Dell'ArteDario NeriDavide ArtaleDavide BoncoreDavide FioreDavide Sabatinodebruynede CarolisDefendiDeJongDe Jongde laurentiisDeLaurentiisDe LightDeLigtDellaValleDerbyde rossiDe vrijDiDiCarloDiego AllegrettidiegocostaDiego MilitoDi GaetanodimariadimaroDimissionidirigenzadiritti tvdjimsitiDjokovicdocufilmDoloresAveirodonnarummaDoratodortmundDouglas CostadoviziosoDragoDragowskiDucatidybaladzekoD’AnnaEbolitanaeccellenzaEdoardo Federico CleopazzoegittoElelliottEntella; Serie B; Serie CENZO CONSOLIEra IstrefiErcolaneseErcolanoEredivisieeriksenEsoneroEuropaEuropa leagueeuropaleagueEvertonSoaresevolutionExpected GoalsEzequiel Alejandro MelilloEzioRossiF1fabian ruizFabio CampanaroFacebookFagiolifairplayFairPlayFinanziariofallimentofavoritefekirfellainiFemminileFernandezFerrariFerreiraFerreroFezzanesefideiussioniFidelis Andriafinalefinale poule scudettoFinal FourFirminoFlorentinoPerezfoggiafolgorecaratesefootballFormazioniFortnitefpfFrancescaCostaFrancesco FerraroFranciaFredfrosinoneFrosinoneInterFuscofùtbolgabriele FranchinogabrieljesusGallardogallesGallianiGallongasperiniGelaGelbisonGennaro SorrentinoGenoaGenoaSampdoriaGenoaTorinoGeorgeWeahGermaniaGervinhoGhirelliGiannusaGiapponegiovanissimi 2004giovanissimi 2005Giovanni Alìgironeagirone bgirone cGironeFGironeHGironeIGirone IgironeunicogironiGiudiceSportivoGiuseppe PaganagolgomezGozzanogranataGranillograssadoniaGravinaGreciaGremiogriezmannGruppo3gruppo FacebookGruppoHguandiolaGuerrierogutihairstyleHamiltonhamsikhandanovichapoelhateboerhazardHellasVeronahighlightshiguainhoffenheimHofmannHoxhaIbra BaicardiIgea VirtusIlicicinakiincidente stradaleInfantinoinfortunioinghilterrainno ufficialeInsigneInterInter; SpalInterAtalantaInterJuventusIntervistaInuiislandaIsola Capo RizzutoItaliaItalia; Polonia; Nations LeaguejamesjerezJerez EspargaroJoachim LoewJoaoFelixJorginhoJoseAlvaladeJuanito GómezJulianBrandtJuveAjaxJuveMilanJuventusJuventusAjaxJuventusFiorentinajuve stabiaJuveStabiaJuveStabiaViboneseKaneKarel ZemankeitaKessiekhediraKongdobiaKoulibalyKramaricKTMl'AquilaLaLigalasagnaLautaroLazioChievoLazovicLecceleccoLegambienteleganazionaledilettantilega prolega pro girone cleicesterLeivalemarLentiniLeonardolewandoskiLewandowskiliLiberiaLigaLigornaLigue1LillelioneLiottiLippiLisandroLopezlisandro lopezListaLive It UpliverpoolLiverpoolPortolivornoLNDLo CascioLocriLongoLoprestiLorenzoloricalow.lozanoLuigi RazzaLuigi Silvestrilukakulyonmachester cityMachesterCityTottenhamMalbertimalcuitmalmomanchesterManchesterCityManchesterCityTottenhammancinimancityMandzukicmannielloManUtdManèMapeiStadiumMarassiMaria Sole Ferrieri CaputiMario FinizioMarioRuiMarottaMarquezMarsalamarsigliamascottematamatchMatelicaMateramatuteMaurice GomismazzamauromazzarrimbappèmcnMelfimengonimercatiomercatoMercedesMercurimeretmertensmessimessicomessinamestreMihajlovicMilanMilanLazioMilanoMilano CityMilanoCityMilano City FcmilikMillonariosMirarchiMirko CiadamidaroMissagliaMaressomistermizmksterModestoModricmoldemonacomondialemondiale2018mondialimondiali2018monopolimontellaMonumentalmonzaMorataMorosiniMotoGPMoudoumbou DibidamourinhoMusacchioMussoMustaccioloNadalnagatomoNantesnapoliNapoliArsenalNapoliAtalantaNapoliGenoaNations leagueNationsleagueNationsLeague; Spagna; Belgio; Dzeko; ManolasNazionaliNeto PereirNeto PereirANevio OrlandineymarNicky JamNicola Canoniconicola quartoNicolas BubasnigeriaNishikorinizzaNocerinanovaranovitáNucleo ImakeranuzzoOberdanBiagioniOblakObodoOlandaolbiaOlginateseomorariOreste GranilloospinaOttaviOttavidifinaleOuattaraounasOzilPabloPablo PiyukaPacecopadovaPaganaPaganesepalermoPallottaPalmesePalmiPanzeripaokPaokSaloniccopapawaigoPapu GomezparisParmaMilanPartitapasalicpaternoPatricPavonPedemontePedrosapellissierPennatiPepèperformPerinPerisicperugiaperùpescaraPiacenzaPicernoPicernoTarantoPiero CiottiPioliPippo CaffopisaPistarelli SimonepistoiesePityMartinezPiyukaPlayoffplayoff serie cPlayoutpogbaPokerPoliziaPoloniaPorticiportiereportoPortoLiverpoolposticipoPotenzaPoule ScudettoPrattoPreliminaripremier leagueprima categoriaPrima CategoriaLombardaprima giornataPrimaveraProcessoPromozionepronosticiPro Patriapro vercelliPsgPsvPuliamo il MondoPuntoriereQuagliarellaQuartiQuarti di finalequartidifinaleQuinteroRabellinorabiotRacingRacingClubradjaradunorafficarairavennarawRealRealMadridreal madridRebullRed BullRedbullredbullsalisburgoreddevilsregginaReggina calcioReggio CalabriareginaldoRenaterendereportretrocessioneReusreymysterioRezzatoRietiRiiseriminirimontaRinvioRipariscattoRissarisultatirisultatoritiroritornoRiverPlateRiverPlateBocaJuniorsRoccellaRomaronaldoRossirossoblùrossonerorotondaruizrussiaRussia 2018russia2018SabatinisabatoSalasalahsambenedettesesampSampdoriaGenoaSancataldeseSanMartinDeProgresosanremeseSanèsarabiasarajevosarrisavoiasavonaScaccabarozziScalzoneScandicciScarpa D'OroschedineScommessescudettoseconda di CampionatoSecondaGiornataseconda giornataSemifinalesemifinaliSenegalSentenzaSeppisericSERIE AserieAserie bserieBSerie CSerie C ; EntellaSerie C; girone A; CalendarioSerieDSerie DSerie D; CalendarioSerieDgironeCSestaGiornatashaktarshieldSicula LeonzioSidibe ChamberliansienaSilvestriSilvio ProtosimeoneSimone Lo schiavoSinalunghesesintesiSiracusaSiracusa CalcioSissokoskriniarSlaviaPragaSlaviaPragaChelseasmackdownsocialSodinhaSPALJuveSpalJuventusSpallettispareggispareggiospeziaspoltoresportingsportinglisbonaspurssquadreitalianeSqualificastadio "Silvio Proto"StadioIdealitàStadio LoprestiStefano MiloneStellarossastella rossastreamingstroppastrowmanstulacSturarosuarezsudtirolSuleSuperclasicoSupercoppaeuropeaSuperLeaguesuperliga argentinaSuperligaArgentinaSveziasüditiroltaisonTarantoTareTenHagTen HagTeore GrimaldiTernanaterzagiornataTevezThauvinThiemtifosiTifosoTim CupTitetonellitorre annunziatatorre del grecotorresToscanatottenhamTottenhamManchesterCityTottitrapanitricoloretripleteTroinatuchelTuninettitunisiaTurpinturrisTurris CalciouclUefanationsleagueULTIME NOTIZIEunitedunitedslyuruguayUs ViboneseVaccavalenciaValonBerishaVan Bastenvan BrusselVanDeBeekvarchettaVasteseVasteseCesenaVazquezVecinovelaveneziaVenturaverdiveronaVeronaBeneventoVeronaJuventusVettelViboneseVibo ValentiavidavideoVinalesVincenzo CamilleriVincenzo CoscoVincenzo Grecovirtus francavillavirtus veronavirtù s francavillaviscovovitessevittoriaWestHamwillianWill SmithWinstonWolveswomensevolutionwweXeneizesYahamaZabivakazapataZarcoZidaneZielinskiÇani

Robin Friday è leggenda, tanto da ispirare un libro scritto dal bassista degli Oasis e venire ricordato, nella memoria degli inglesi, come uno dei più grandi calciatori nati nel loro Paese. Eppure l’ormai defunto e talentuoso giocatore nato ad Acton non ha mai militato in Premier League!! Ecco la sua vita, fatta di eccessi e preoccupanti vizi!

Un tipo poco raccomandabile

Avete presente George Best e le sue ormai leggendarie dichiarazioni? Frasi del tipo “Ho speso una fortuna in donne, alcol e macchine, tutto il resto l’ho sperperato”? Bene, in confronto a Robin Friday, George Best era un vero e proprio angioletto! Nato ad Acton, un piccolo quartiere nei pressi di Londra, Robin Friday dimostra subito di avere un talento calcistico smisurato. E’ un’ala destra, proprio come Best, ma può anche ricoprire il ruolo di centravanti perchè rispetto al ben più celebre collega irlandese, Friday ha anche una notevole forza fisica. Classe 52, cambia diverse squadre già durante il settore giovanile per via della sua indisciplina, militando nel Crystal Palace, nel QPR, nel Chelsea e nel Reading. Proprio con questa maglia, in futuro, diventerà un’icona.

Robin Friday assieme alla prima moglie, Maxime, e al loro primogenito Nicola.

Malato di asma, ben presto il ragazzo inizia a mostrare un’indole ben difficile da gestire. E’ un duro, uno che non si fa mettere i piedi in faccia da nessuno, che non disdegna l’uso della violenza per farsi rispettare. Inoltre scopre, fin da adolescente, di avere una certa “passione” per l’alcol, per la droga e per le donne. Tuttavia, se nella vita di tutti i giorni è un vero e proprio disastro, in campo Robin si trasforma in uno splendido cigno. “Absolutely fabolous” l’espressione usata dal medico sociale del Cardiff per definire il controllo di palla di Friday, il tutto abbinato ad uno spiccato senso del gol, a una fantasia fuori dal comune e ad un dribbling ubriacante!

George Best, uno che in quanto a eccessi se l’è battuta fino in fondo con Robin Frida..perdendo!

A 16 anni, mentre il suo talento da calciatore fatica a sbocciare per via del carattere, si accorge di non essere fatto per il lavoro, nonostante vari tentativi e pensa bene di darsi alla malavita. Inizia a compiere dei furti ed è anche piuttosto bravo ma, come capita quasi sempre, viene colto sul fatto e finisce in prigione. Per sua fortuna, stavolta l’asma gli viene in aiuto: le sue condizioni di salute gli permettono un rilascio anticipato e se la cava. Tuttavia non sarà l’unica visita, nel corso della sua breve e scellerata vita, all’interno di un carcere. Proprio il secondo arresto si rivelerà decisivo per la sua carriera calcistica: qui, infatti, inizia a giocare per la squadra della prigione e a farsi notare per la sua classe sublime, tanto da meritarsi un provino con il Reading, che alla fine lo tessera a 17 anni.

Le prime gesta “eroiche”

In questo periodo si sposa, giovanissimo: la fortunata è Maxime, una ragazza di colore dalla quale avrà un figlio, Nicola. In un periodo in cui in Inghilterra scoppiavano le polemiche a sfondo razziste, il suo matrimonio multietnico gli causa diversi problemi, con addirittura un’aggressione subita in un pub. Il primo contratto vero lo strappa nel 71 e glielo offre Walthamstow, squadre semi professionistica che milita in Isthmian League. Qui imparano ad amarlo, nonostante i suoi eccessi, nonostante i suoi vizi e la sua totale mancanza di affidabilità, così come faranno, nella stagione successiva i tifosi dell’Hayes. Qui si narra che una volta la squadra fu costretta ad iniziare la gara in 10 perchè lui era nel bar vicino allo stadio a bere. Eravamo in un periodo in cui non erano consentiti i cambi, per cui la squadra stringe i denti fino al suo arrivo, che slitta al secondo tempo. E’ in condizioni penose, ubriaco fradicio ma riesce a siglare il gol vittoria, per poi passare di fronte al proprio allenatore e dire “Visto stronzo? Adesso torno a bere e non rompermi mai più i coglioni”!

Robin Friday in azione ai tempi del Reading.

Sempre durante la sua avventura con la maglia dell’Hayes, Friday rischiò la vita: talmente ubriaco, salì incautamente su un tetto salvo poi scivolare e precipitare sotto, terminando il suo volo su di un palo affilato che li penetrò il corpo, fermandosi a pochi centimetri da un polmone. A detta di molti medici sarebbe stato un miracolo vederlo tornare ad avere una vita normale, ma lui riuscì nell’impresa di tornare addirittura in campo dopo soli 4 mesi!

Il grande salto al Reading

Nonostante i suoi eccessi e la sua vita sempre al limite, le imprese calcistiche di questo ragazzo e la sua confidenza con la porta avversaria, iniziano a fare il giro dell’Inghilterra e diverse squadre si interessano a lui, molte delle quali si ritirano presto dall’affare per via del suo modo di essere. Di lui si ricorda anche il Reading, col quale ha fatto un anno di settore giovanile nel 1968. I Royals lo acquistano nel Gennaio del 74, soffiandolo al Watford. Appena arrivato, mentre cercava un appartamento dove andare a vivere, chiese candidamente ad un dirigente della squadra quale fosse la miglior zona per andare a comprare droga. Inizialmente firma un contratto amatoriale, decidendo di proseguire anche nel suo lavoro. Viene aggregato in un primo momento alla squadra riserve, segnando da subito valanghe di gol ma facendosi anche notare per le sue entrate assassine in allenamento ai danni dei compagni. Redarguito più volte a tal proposito, si tolse il sassolino dalla scarpa quando fu aggregato alla prima squadra: “Fantastico, mi ero rotto di giocare con quei finocchi!”

Abituale discussione tra Friday e un arbitro

La prima squadra del Reading era in crisi nera, un periodo condito da tantissime sconfitte, da critiche e da assenza di un gioco convincente. Ma con Robin Friday in campo la squadra ritrovò tutte le proprie qualità e si trasformò. Tutti impazzivano per lui e per le sue giocate, per i suoi gol incredibili e per la sua classe smisurata. Peccato che fuori dal campo non dava alcun cenno di miglioramento. Era solito girare e litigare in tutti i pub della città, molti dei quali gli proibirono l’ingresso. Una sera si ritrovò a bere in un night e, trasportato dalla musica, pensò bene di alzarsi e andare a ballare in pista. Peccato che quando tolse il cappotto, sotto era completamente nudo e proseguì a ballare in quel modo tutta la notte! Nel tentativo di placarlo, il tecnico del Reading, Hurley, lo costrinse a trasferirsi nello stesso condominio dove viveva l’ex custode dello stadio, un povero vecchietto di 80 anni suonati che avrebbe dovuto controllarlo. Chiaramente la mossa non ebbe alcun esito ma finì solo per distruggere la quiete di quel signore e della sua famiglia costretta a sopportare anche a notte fonda i suoi dischi metal a tutto volume.

Al Reading è stato una leggenda

Sempre durante il suo periodo al Reading, Friday durante una trasferta fece fermare il pullman nei pressi di un cimitero con la scusa di dover fare pipì. In realtà si introdusse tra le lapidi e rubò alcune decorazioni presenti per sistemarle, al suo ritorno nel bus, attorno al presidente del club, che dormiva candidamente al suo posto. Un’altra volta prese un cigno come animale domestico, portandolo tranquillamente a spasso come un normale cagnolino e portandolo con sè anche all’allenamento. Fu anche ritrovato a dormire in mutande in un bagno di un locale al mattino. Ciò nonostante a fine anno (siamo nel 75) fu nominato miglior giocatore del campionato anche grazie ai suoi 18 gol. In questo periodo divorzia dalla sua prima moglie e si sposa con una giovane studentessa universitaria. Il matrimonio sarà un vero e proprio spasso con Robin vestito in maniera improbabile e 200 invitati strafatti di droga e alcol a prendersi a pugni e rubare i regali di nozze.

Le sue condizioni peggioravano sempre più e la droga lo aveva reso uno straccio, tant’è che prima della stagione 75-76 non riusciva a stare praticamente in piedi durante la preparazione. Iniziò a saltare allenamenti con frequenza, causando l’ira di compagni e allenatori, ormai stufi di lui. Si isolò al punto tale che durante una partita, tanto era penoso il suo stato di salute, che si avvicinò al pubblico per domandare il risultato della partita. Sostituito dopo una pessima gara, reagì malissimo e defecò al centro dello spogliatoio. Ormai era troppo e il Reading decise di disfarsene: ad accoglierlo, a sorpresa, arrivò il Cardiff, che lo acquistò per la seconda divisione a 28 mila sterline. Il Reading accettò l’offerta di buon grado!

L’esperienza gallese

Inizialmente poco entusiasta di allontanarsi da Londra per andare a vivere in Galles, Friday prese tempo ma alla fine capì di non avere alternative e partì in treno. Decise di non fare il biglietto e ne scaturì una colluttazione col controllore, tanto che al suo arrivo a Cardiff, fu arrestato. Fu proprio il manager del club gallese, Andrews, ad andarlo a riprendere e, si narra, a fargli firmare il contratto in commissariato! Essendo il 31 dicembre del 76, decise di passare la nottata a modo suo: a bere e drogarsi. Il tutto nonostante, il giorno seguente, avesse in programma il suo esordio in campionato con la nuova maglia. Avversario di turno il Fulham, che tra le proprie file vantava due giocatori niente male, seppur a fine carriera: uno era per l’appunto il suo alter ego George Best, l’altro l’ex difensore centrale della nazionale inglese, Bobby Moore. Proprio quest’ultimo era l’uomo incaricato di marcare Friday e i due non se le mandarono certo a dire con lo scontro che si concluse a favore del nostro eroe dopo una violenta strizzata di testicoli ai danni di Moore. Per la cronaca il Cardiff vinse 3 a 0 e Friday, oltre al palpeggiamento verso il suo avversario, si rese protagonista con una doppietta.

Friday mostra il simbolo della v, offensivo in Inghilterra, al portiere avversario dopo un gol

In questo caso, però, il buongiorno non si vedeva dal mattino perchè Friday proprio non riuscì ad adattarsi alla vita in Galles, continuando ad avere nostalgia di Londra. La notte, a volte, partiva di nascosto in treno senza ovviamente pagare il biglietto. Per non farsi scoprire si posizionava dietro al bagno e, fingendosi il controllore, si faceva passare il biglietto da sotto la porta, salvo poi intascarselo e allontanarsi di gran carriera. Supplicò Hurley, il manager del Reading, di riprenderlo a giocare con loro ma si sentì rispondere che il club viaggiava in pessime acque economiche e non poteva acquistare il suo cartellino. Intanto, a Cardiff, non riusciva proprio a legare col nuovo manager Andrews, che in più riprese si presentò in casa di Robin di notte per verificare che stesse dormendo, senza mai trovarlo.

La stagione seguente, la 77-78, iniziò nel peggiore dei modi per Robin Friday, che a causa del suo stile di vita poco raccomandabile, soffrì di un fortissimo e misterioso virus intestinale. Dopo un’intera estate caratterizzata da una violentissima diarrea, si presentò agli allenamenti con ben 13 chili in meno di peso. Andrews capì che ormai non c’era più niente da fare e il fisico di Robin era compromesso per sempre. Torno in campo solo a fine Ottobre ma ormai era l’ombra di se stesso. In una trasferta a Brighton litigò pesantemente con un avversario, Mark Lawrenson e reagì nel peggiore dei modi, colpendolo con un calcio in faccia. Espulso, rientrò negli spogliatoi e pensò bene di defecare nella borsa dello stesso Lawrenson. Dopo aver scontato 3 giornate di squalifica, giocò la sua ultima gara il 10 Dicembre ma il giorno seguente si presentò nell’ufficio di Andrews e comunicò il suo ritiro immediato dal calcio.

Robin Friday è diventato il giocatore del secolo per i tifosi del Reading

Aveva solo 25 anni e si disse stufo di ascoltare i consigli di gente che voleva solo limitarlo. Nello stesso periodo divorziò per la seconda volta nonostante la nascita del secondo figlio. Tornò a vivere a Londra, lavorando come asfaltatore e continuando a bere e drogarsi. Tentò un paio di volte il grande ritorno in campo ma capì, dopo pochi allenamenti, che quel mondo non faceva più per lui. Il nuovo manager del Reading, Evans, tentò in tutti i modi di convincerlo a tornare a giocare per loro, portandogli anche una petizione firmata da 3 mila tifosi che ne invocavano l’ingaggio. Durante il loro incontro gli fece presente che era ancora molto giovane e che, se avesse messo a posto la testa, avrebbe ancora potuto raggiungere la Nazionale. Friday gli rispose che, sebbene avesse la metà degli anni di Evans, lui aveva vissuto già il doppio, rifiutando così la proposta.

Si sposò una terza volta, nuovamente senza fortuna e trovò il modo di farsi arrestare ancora. Si era travestito da poliziotto al fine di sequestrare della droga ad alcuni giovani spacciatori, al fine di poterla poi consumare lui stesso. Fu trovato morto a 38 anni, nel suo appartamento, a causa di un’overdose. Se ne andava così uno dei più grande talenti sprecati del calcio inglese, uno capace di essere eletto giocatore del secolo dai tifosi del Reading senza aver mai militato in Premier League. Iconico il titolo che il bassista degli Oasis, Paul McGuigan, scelse per il libro a lui dedicato: “Il più grande calciatore che non avete mai visto”, perchè dopotutto Robin Friday era un fenomeno, seppur a modo suo!

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Napoli-Atalanta, Ancelotti: “Abbiamo tenuto bene per un’ora; sono dispiaciuto perchè…”

Carlo Ancelotti, tecnico del Napoli, ha analizzato il match perso questa sera contro l'Atalanta ai microfoni di Sky Sport: "Abbiamo tenuto bene per un'ora, poi la fatica si è fatta sentire ed abbiamo perso lucidità e brillantezza. Con l'Atalanta non è mai facile produrre gioco. Nella seconda parte di stagione abbiamo

Napoli-Atalanta, Gasperini: “Vittoria fantastica; la mia espulsione? Forse sono destinato…”

Il tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare la vittoria al San Paolo contro il Napoli: "E' una vittoria fantastica, la squadra non ha mai mollato e anche sotto di un gol ci ha creduto. Ora siamo diplomati...laureati (ride) per l'Europa che conta. Tre

Per la Champions c’è anche l’Atalanta: che vittoria al San Paolo !!

Nel match del San Paolo che concludeva la 33^ giornata di Serie A, l'Atalanta di Gasperini supera per 2 a 1 il Napoli. Partenopei in vantaggio con Mertens nel primo tempo. I bergamaschi escono alla distanza: dapprima è Zapata a siglare la rete del pareggio al 69' e dieci minuti

Cosa ci lascia la 33^ Giornata di Serie A

La Juventus ha fatto sembrare facile qualcosa di unico Dopo la gara interna contro la Fiorentina, la matematica ha ufficilamente consegnato l'ottavo scudetto di fila alla Juventus. Un traguardo difficile e complicato al solo pensiero, reso ancora più speciale dal fatto che nei principali campionati europei nessuno ha prolungato tanto

Napoli-Atalanta: le formazioni ufficiali

Alle ore 19,00 scenderanno in campo al San Paolo Napoli ed Atalanta, match che chiude di fatto la 33^ giornata di campionato. Di seguito le scelte di Ancelotti e Gasperini: Napoli (4-4-2): Ospina; Malcuit, Chiriches, Koulibaly, Hysaj; Callejon, Allan, Fabian, Zielisnki; Mertens, Milik. All. Ancelotti. Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Mancini, Djimsiti, Masiello; Hateboer, De

Coda show: il Benevento sbanca Verona nell’anticipo di Serie B

Il Benevento sbanca il Bentegodi di Verona nell'anticipo della 34^ giornata di Serie B. Sugli scudi l'attaccante Massimo Coda, autore della tripletta decisiva (45', 47', 95'). Vittoria che permette alla squadra campana di consolidare la quarta piazza salendo a 53 punti. Male invece Grosso ed il Verona, che ora deve

Lazio, Lotito rivela: “Ho cacciato io Bielsa, parlava da scienziato”

Claudio Lotito svela un retroscena a dir poco clamoroso. Durante un evento in terra capitolina, il patron della Lazio ha rilasciato alcune dichiarazioni in merito alla breve avventura di Marcelo Bielsa alla guida dei biancocelesti: "Bielsa? Lo cacciai io. Tare mi chiamava dicendomi di aver comprato dei giocatori richiesti da lui,

Juventus, Cristiano Ronaldo spinge l’acquisto di Joao Felix dal Benfica

È da un po’ di tempo che si parla di Joao Felix, talentino classe 1999 del Benfica, accostato ai bianconeri da mesi. Cristiano Ronaldo, stella bianconera, ha approvato il suo acquisto. Secondo “A Bola” CR7 lo  ritiene un vero e proprio fenomeno, oltre che connazionale. La concorrenza però è agguerrita:

Manchester United, Sule nel mirino: l’asta parte dai 45 milioni

Secondo i tabloid tedeschi, il Manchester United è piombato prepotentemente sul difensore centrale del Bayern Monaco Niklas Sule. L’allenatore degli inglesi, Solskjaer, vuole rinforzare il reparto difensivo e vede nel 23enne il rinforzo perfetto. La base di partenza per l’offerta si aggira intorno ai 45 milioni di euro. >> SCARICA

Il Paok è sull’olimpo degli dei: scudetto vinto dopo 34 anni di digiuno

Il Paok Salonicco vince la Super League greca 2018-2019 con una giornata di anticipo. Il 5 a 0 inferto ieri al Levadiakos ha sancito un distacco incolmabile per la la diretta inseguitrice, l’Olympiakos. I bianconeri tornano sul tetto più alto della nazione a distanza di 34 anni dall’ultima volta. >>

ARTICOLI CORRELATI