Revenge porn, Diana Di Meo bersagliata di insulti su Instagram Diana Di Meo, assistente arbitro e vittima di revenge porn, continua ad essere bersagliata su Instagram di insulti.

Continuano gli insulti sui social all’assistente arbitro della sezione di Pescara Diana Di Meo. La ragazza ventiduenne è stata vittima di revenge porn nelle scorse settimane, ma alcuni utenti hanno bersagliato Diana con commenti contrari alla sua popolarità avuta dopo il fatto.

REVENGE PORN, QUANDO DEI VIDEO PRIVATI DIVENTANO VIRALI E CONDIVISI DAGLI UTENTI

Cos’è il revenge porn? In italiano può essere tradotto in “vendetta porno o pornovendetta” e consiste nella condivisione pubblica di immagini o video intimi, tramite internet, senza il consenso dei protagonisti degli stessi. Nel caso specifico Diana Di Meo ha denunciato la diffusione in rete di tre video in cui si vede la ragazza consumare atti sessuali.

LA DENUNCIA E L’APPELLO DI DIANA DI MEO SU INSTAGRAM

Il 20 Gennaio Diana Di Meo ha pubblicato un video su Instagram in cui spiega l’accaduto e descrive puntigliosamente ciò che è successo.

 

LA VICENDA E’ STATA RACCONTATA ANCHE AL PARLAMENTO DI STRASBURGO

Nel giorno della festa della donna, l’8 marzo scorso Diana Di Meo è stata invitata al parlamento europeo di Strasburgo in occasione dell’evento “Storie di chi ha rialzato la testa”, per raccontare la sua testimonianza e per sensibilizzare il tema del revenge porn. La ragazza è stata affiancata dalla figura importante di Isabella Tovaglieri, eurodeputata che ha voluto fortemente la presenza di Diana.

 

DIANA DI MEO PUBBLICA IL VIDEO DEL SUO DISCORSO SU INSTAGRAM, MA VIENE BERSAGLIATA DI INSULTI

Diana Di Meo ha pubblicato sul suo profilo Instagram il suo discorso tenuto al parlamento europeo di Strasburgo, ma alcuni utenti hanno bersagliato il post di insulti. La ventiduenne continua ad essere giudicata sotto l’aspetto della popolarità che questa vicenda le ha attribuito. Sotto al video possono essere letti commenti del tipo:

  • “Bel discorso, preparato alla perfezione a tavolino (almeno hai evitato errori grammaticali che fai di solito), ti ci vedo nella Lega… per nulla falsi, ipocriti e senza quella spiccata voglia di protagonismo, tipo Falco che hai pubblicato nelle stories (denunciato da striscia la notizia per aver diffamato le veline tempo fa). Farai carriera”
  • “Ma finiscila che lo fai solo per stare in prima pagina …sei ridicola ridicolissima”;
  • “Allora se non vuoi essere protagonista evita di andare a farti vedere in continuazione e torna alla tua vita di prima”;
  • “Dai che tra un po’ ti faranno arbitrare tra i pro, è stata la tua fortuna il video”;
  • “Questa è solo una ipocrita…chi sa chi ce l’ha messa lì vergognoso intervento.. senza vergogna”.

Non mancano comunque, tra gli altri, commenti di supporto, solidarietà e complimenti alla ragazza.

 

LEGGI ANCHE: Vittima di revenge porn, l’arbitro di calcio Diana Di Meo si sfoga: “Ho sporto denuncia, una situazione che non auguro a nessuno”

Lascia un commento