Quel Fiorentina-Lazio che decise lo scudetto nel 1999

08 Marzo 2019 - 11:52 di

Copyright © 2018 - 2019 MondoCalcioNews.it - Riproduzione riservata

Fiorentina-Lazio: una sfida che vale l’accesso all’Europa League

Fiorentina-Lazio sarà il match clou della 27° giornata di Serie A e si giocherà domenica sera alle ore 20,30. Una sfida importante per entrambe le squadre, entrambe in lotta per l’accesso all’ Europa League, la seconda competizione continentale. Tuttavia, i bianco-celesti hanno ancora qualche possibilità di puntare al quarto posto (ultimo valido per la Champions League), anche se c’è la concorrenza dell’Inter. Il presente dice soprattutto Europa League, ma c’è stato un periodo in cui i viola e i capitolini si sfidavano per obiettivi ancor più importanti.

Fiorentina-Lazio: due squadre con un grandissimo passato

C’è stato un tempo in cui, infatti, la Fiorentina e la Lazio lottavano per il tricolore. Erano i mitici anni ’90, gli anni delle cosiddette “sette sorelle”, sette squadre che, in particolare nella stagione 1998/99 avevano tutte un solo obiettivo. C’erano le solite Juventus, Milan Inter, poi il Parma, la Roma last but not least, la Fiorentina. I migliori campioni italiani e nel modo erano attratti dalla Serie A e in quella stagione diedero vita ad uno dei campionati più combattuti ed intensi nella storia.

Fiorentina-Lazio: lo scontro all’ultimo sangue della stagione 1998/99

Gabriel Omar Batistuta, bomber della Fiorentina anni’90.

In quella stagione, anche i viola e i bianco-celesti furono tra le protagoniste del campionato. La Fiorentina del patron Vittorio Cecchi Gori, allenata da Giovanni Trapattoni e la Lazio, gestita dal presidente Sergio Cragnotti e allenata dallo svedese Sven Goran Eriksson. Due squadre con tanti giocatori di spessore internazionale, tra questi Nesta, Nedved Vieri per i bianco-celesti e Toldo, Rui Costa e Batistuta All’andata finì la Lazio vinse 2-0, al ritorno, le due squadre si affrontarono alla penultima giornata con il discorso scudetto ancora aperto con il duello tra gli uomini di Eriksson e il Milan di Alberto Zaccheroni.

Fiorentina-Lazio 1999: una sfida che decise il campionato.

Domenica 15 maggio 1999 le due compagini si affrontarono nella penultima giornata di campionato al “Franchi” di Firenze. Si giocava di domenica pomeriggio e in contemporanea con le altre gare, soprattutto con Empoli-Milan che riguardava l’altra contendente per il tricolore. Dopo un quarto d’ora, i padroni di casa sbloccarono l’incontro grazie ad un bel diagonale del bomber argentino Batistuta, ma i laziali pareggiano i conti al 27′ con rete di Vieri che sfrutta una punizione magica di Mihajlovic. Tante occasioni da una parte e dell’altra nel primo tempo, nella ripresa è la Lazio più determinata nel cercare il gol vittoria e probabile scudetto, ma è sfortunata al momento del dunque. Nel frattempo, il Milan passava in vantaggio ad Empoli. La Lazio attaccava ma rischiando e, al 26′ del secondo tempo, Nesta atterrava in area Batistuta: l’arbitro Treossi decretava il penalty. Dal dischetto Rui Costa si faceva ipnotizzare dal portiere laziale Marchegiani. Il risultato non cambia a Firenze e nemmeno ad Empoli. Lo scudetto prenderà la strada di Milano la domenica successiva con il Milan che vinse a Perugia il 2-1, la Lazio si consolerà con la conquista dell’ultima Coppa delle Coppe della storia. Per il sogno scudetto i tifosi laziali dovranno ancora aspettare un anno al fotofinish.

Christian Vieri e Marcelo Salas. La coppia d’attacco della Lazio 1998/99.