Pancreas artificiale gratuito per migliaia di pazienti diabetici in UK

Il Servizio sanitario nazionale (NHS) inglese ha annunciato che “decine di migliaia di bambini e adulti” affetti da diabete di tipo 1 riceveranno unpancreas artificiale“, un dispositivo che li aiuterà a mantenere il livello ideale di glucosio nel sangue regolando la quantità di insulina.

Il sistema (qui i dettagli) è composto da un sensore da posizionare sotto la pelle che invia in modalità wireless i valori glicemici ad una pompa per insulina che può essere indossata esternamente e in grado di fornire insulina al bisogno, evitando ai pazienti con diabete di tipo 1 la necessità di assumere costantemente monitorare i livelli di zucchero nel sangue e somministrarli con iniezioni nel tessuto sottocutaneo.

Il dispositivo è connesso a un'app su uno smartphone che consente, tra l’altro, di accedere ai dati raccolti nel tempo, prevedendone anche le possibili variazioni.

YouTube video

Il “sistema ibrido a circuito chiuso”, ovvero un pancreas artificiale, è in fase di sperimentazione in circa 35 centri diabetologici del Paese e questi sono i modelli attualmente in uso secondo l'indagine dell'associazione JDRF con diversi livelli di licenza in base all'età dei pazienti.

Diabete, dal MIT un dispositivo impiantabile che produce insulina nell'organismo
Foto: Towfiqu barbhuiya – Unsplash

L'iniziativa britannica fa parte di un test a livello nazionale sull'efficacia della tecnologia per capire se questo sistema è effettivamente efficace, aiutando le persone a tenere sotto controllo la propria condizione e alleviando le paure e lo stress dei pazienti o di chi li assiste. assiste.

Non è del tutto autonomo in quanto i pazienti devono fornire alcuni dati sui carboidrati che consumano attraverso il cibo e comporta ovviamente un certo periodo di adattamento al sistema.

“Lo studio fornirà dati in tempo reale che, si spera, consentiranno a più persone di accedere a questa tecnologia che cambierà il modo in cui gestiscono la loro malattia”, ha affermato Chris Askew, amministratore delegato di Diabetes UK, parlando dell'implementazione da parte del NHS come « un passo molto significativo e positivo nella giusta direzione».

Il professore. Angelo Avogaro, Presidente della SID (Società Italiana di Diabetologia) ha dichiarato: “Il pancreas artificiale è candidato a cambiare la vita delle persone affette da diabete di tipo 1 e rappresenta la porta verso una nuova era di cura. Un migliore controllo dei livelli glicemici ha effetti non solo sulla qualità della vita ma anche sui costi associati, calcolati pari al 10% della spesa sanitaria globale”, evidenziando inoltre che “Oggi la tecnologia è in grado di trasformare, soprattutto nei più giovani, la gestione delle malattie “.