HOME>NEWS SQUADRE SERIE B>BENEVENTO>Il Benevento vince 2 a 1 contro il Chievo ed è sempre più padrone della serie B, Tuia:”Inzaghi è lo stesso di quando giocava”

Il Benevento vince 2 a 1 contro il Chievo ed è sempre più padrone della serie B, Tuia:”Inzaghi è lo stesso di quando giocava”

Di Alessandro Magni - il 26 Dicembre 2019

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM, YOUTUBE, TELEGRAM e TWITTER o scarica l'App per ANDROID ed IOS

Il Benevento infila la 6^ vittoria consecutiva di fila, la 3^ in trasferta e allunga a +12 rispetto al Pordenone fermato dalla Salernitana. Vittoria comunque sofferta quella ottenuta dalle “streghe” di Filippo Inzaghi che vincono 2 a 1 al Bentegodi di Verona contro il Chievo. Il Chievo che con questa sconfitta esce dalla zona play off  superato dalla Salernitana e dal Pescara.

Tutti i goal avvengono in un avvincente 1° tempo,  a Vignato rispondono capitan Maggio e Tuia

Il Chievo parte benissimo e molto determinato sfruttando molto bene le fasce soprattutto un ispirato Vignato. Proprio Vignato al 28′ porta in vantaggio i padroni di casa con un goal di testa su un pallone vagante in area dopo un azione personale di Garritano. Da segnalare un imprecisione del portiere del Benevento, Montipò, le “streghe” subiscono goal dopo 550 minuti di imbattibilità. Il Benevento risponde subito e al 35′ agguanta il pareggio con la rete di Maggio su assist di Letizia, azione da terzino a terzino. Il ribaltone avviene in pieno recupero al 47′ con il goal di Tuia di testa da calcio angolo, il quale porta in vantaggio il Benevento.

Ripresa molto equilibrata, il Chievo ci prova ma il palo gli nega il pareggio

Nella ripresa il predominio territoriale ed il possesso palla è completamente a favore del Chievo che ci prova a pareggiare in ogni modo. Il pressing del Chievo diviene asfissiante negli ultimi 10′ minuti finali. Al 86′ grande occasione del Chievo con Garritano che dentro l’area piccola non centra di poco lo specchio della porta. Al 89′ il Bentegodi era pronto a festeggiare, da un calcio piazzato di Esposito Tuia rischia di fare autogol ma il pallone colpisce il palo.  Da lì a poco si spengono le ultime speranze della squadra di Marcolini.

Le parole del match- winner  Alessandro Tuia

Alessandro Tuia, difensore centrale del Benevento, scelto da Filippo Inzaghi per fare un po’ di turnover è molto contento di questo inizio stagione e di aver contribuita con una rete alla vittoria del Benevento:”A fine gara ci siamo abbracciati tra difensori perché sapevamo che oggi avremmo avuto un compito particolarmente difficile, contro calciatori con grandi trascorsi in serie A. Siamo felici, ho gioito tanto per il gol ma ho provato anche molto sollievo quando ho capito che non avevo fatto autogol. Il mio colpo di testa per fortuna è andato a infrangersi sul palo. E’ stata una partita molto difficile, torniamo a casa soddisfatti.Oggi hanno segnato due difensori, ma il discorso è lo stesso. Gli attaccanti e i centrocampisti sono i primi a darci una mano, oggi abbiamo dato noi una mano a loro. Il presidente? Quando viene in panchina ci dà sempre uno stimolo in più. Non ci lascia mai, è legatissimo alla squadra e al gruppo. Non possiamo chiedere di più”.

E su Inzaghi usa parole di stima profonda:“Il mister è lo stesso di quando giocava. Pensa sempre alla partita successiva, ci fa affrontare ogni impegno come se non avessimo alcun punto di vantaggio. Interpretiamo le partite come se fossimo ultimi in classifica, questo forse è il nostro segreto. Ora la testa va all’Ascoli perché vogliamo continuare a vincere. I record fanno anche bene, ma se non li abbini a un obiettivo finale non servono a niente. E noi quell’obiettivo vogliamo raggiungerlo”. 

Foto in evidenza, fonte: Facebook Benevento Calcio

 

loading...

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...