HOME>NEWS SQUADRE SERIE A>ATALANTA>Serie A, il giocatore della settimana: el Papu Alejandro Gomez

Serie A, il giocatore della settimana: el Papu Alejandro Gomez

Di Emilio Langella - il 10 Ottobre 2019

L'articolo prosegue qui sotto

Atalanta – Lecce ci ha fatto capire il carattere, la struttura e le ambizioni dei padroni di casa. Anzi, ha ribadito tutto questo per l’ennesima volta. E se qualcuno facesse ancora finta di niente, prima o poi, dovrà fare i conti con la realtà. La realtà di un organigramma perfetto, studiato e collaudato negli anni da Gasperini, ed alimentato dal miglior settore giovanile in Italia. Il Lecce, così come fatto contro l’Inter alla prima giornata di campionato, non ha modificato il suo stile di gioco ed ha cercato di fare la sua partita, ma alla fine ha dovuto fare i conti con i propri limiti. Il risultato finale dunque, 3-1 a favore della Dea, ha semplicemente dato ragione all’andamento di una gara mai in discussione.

In una squadra come l’Atalanta, tanto europea, razionale, di grande corsa e senso tattico, spiccano però le doti dei fantasisti. Perché un meccanismo così ordinato non funzionerebbe senza l’elemento al di sopra degli altri, la voce fuori dal coro. I nerazzurri ne hanno addirittura due: Josip Ilicic e Alejandro Gomez. Individualità al servizio del collettivo, talenti che si compensano e che generano imprevedibilità di manovra. Sulla base di questo potremmo sezionare anatomicamente il cuore dei Bergamaschi: si osserverebbe l’impulso elettrico di una squadra a suo agio all’interno di ritmi elevatissimi, e infine due giocatori – verso la fine del campo – che ne smorzano il ritmo con classe ed intelligenza (come fa il nodo atrioventricolare nel cuore di ogni umano).

Nell’ultima partita a svettare è stato soprattutto il numero 10: il Papu Gomez. Mai come quest’anno l’Argentino sembra avere fra i piedi il gioco dell’Atalanta, di cui è capitano. Contro il Lecce ha dato la netta sensazione di essere un fuori categoria; 1 gol (ricevendo palla al limite e sgusciando fra tre avversari prima di incrociare col sinistro in rete), 5 occasioni create, 2 tiri in porta, 5 key passes, 1 fallo subito, 2 palle recuperate ed un solo pallone perso in 97 tocchi totali. Gasperini si gode il suo pupillo, maturo ed in perfetta forma. Con lui la Dea può pensare innanzitutto ad un nuovo piazzamento Champions in campionato, che consoliderebbe ancor di più il progetto del presidente Percassi. Ma non solo. L’Atalanta infatti avrebbe ragione di sospingere le sue ambizioni più in alto, inserendosi nella lotta al titolo assieme ad Inter, Juventus e Napoli.

FONTE IMMAGINE: SportMediaset.it

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM, TELEGRAM e TWITTER o SCARICA l'App Android

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...