HOME>NEWS SQUADRE SERIE A>ROMA>Verso Inter-Roma: se Dzeko non ce la fa, quattro le alternative per Fonseca

Verso Inter-Roma: se Dzeko non ce la fa, quattro le alternative per Fonseca

Di Vittorio Cornacchia - il 4 Dicembre 2019

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM, YOUTUBE, TELEGRAM e TWITTER o scarica l'App per ANDROID ed IOS

Venerdì andrà in scena l’importantissimo anticipo tra l’Inter capolista e la Roma di Fonseca, attualmente quarta. Una partita che potrebbe dire tanto sulle ambizioni delle due squadre. Entrambi gli allenatori, però, sono alle prese con problemi di formazione.

DZEKO CON LA FEBBRE

Se da una parte Conte si dispera per i tantissimi infortuni che hanno decimato il centrocampo, dall’altra parte Fonseca non può certamente sorridere. E’ il bosniaco Edin Dzeko a preoccupare il tecnico portoghese. Il centravanti della Roma, infatti, è in forte dubbio a causa di un attacco febbrile che lo ha tenuto fuori dagli allenamenti negli ultimi due giorni. Lo staff medico giallorosso sta facendo di tutto per rimettere in piedi Dzeko, che potrebbe giocare anche in condizioni non ottimali. Tuttavia, qualora il bosniaco non dovesse farcela o si decidesse di farlo partire dalla panchina, sono quattro le soluzioni di Fonseca per l’attacco.

Il primo nome risponde a Nikola Kalinic, di fatto l’unico centravanti, oltre a Dzeko, della rosa giallorossa. Il croato è appena rientrato da un infortunio che lo ha tenuto fuori oltre un mese e finora, nella sua esperienza capitolina, non ha convinto. Per lui si era addirittura ipotizzato un addio anticipato. Non ancora in condizioni ottimali dopo l’infortunio, appare improbabile che la scelta, seppur la più ovvia, ricada su Kalinic.

IL FALSO 9

Le altre tre soluzioni portano all’impiego di un falso 9. Un ruolo che a Roma riporta immediatamente alla mente Francesco Totti. Ma non solo, perchè dell’attuale rosa giallorossa c’è un altro giocatore che nella Capitale ha già ricoperto la posizione. Si tratta di Diego Perotti, mattatore nei primi 6 mesi della gestione bis di Spalletti. L’ex Genoa fu piazzato come vertice offensivo, libero di decentrarsi e fare spazio agli inserimenti di Nainggolan e degli esterni. La successiva esplosione di Dzeko in Italia, lo riportò in pianta stabile nel ruolo di esterno. Perotti, peraltro, è andato a segno nell’ultima vittoria a Verona di domenica e ha anche fornito il gol del 3-1.

Anche l’autore del terzo gol di domenica, l’armeno Mkhitaryan, è tra gli indiziati a ricoprire il ruolo di Dzeko qualora il bosniaco dia forfait. L’ex Arsenal, gioca in quella posizione con la maglia della propria nazionale. Giocatore intelligentissimo e molto polivalente, avrebbe l’esperienza per interpretare il ruolo di falso 9. Quello che mancherebbe, in questo caso, sarebbe la fisicità. Cosa che invece, potrebbe garantire Nicolò Zaniolo. Più volte, in conferenza stampa, Fonseca lo ha indicato come possibile alternativa a Dzeko. Abile negli spazi, molto forte fisicamente, veloce e dotato di un tiro potente, l’ex interista giocherebbe tuttavia in un ruolo per lui inedito. A poco più di 48 ore dalla super sfida di San Siro, Fonseca incrocia le dita per il suo bomber Dzeko e, nel mentre, sfoglia la margherita delle alternative…

Credits Immagine: Edin Dzeko official Twitter

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...