HOME>NEWS SQUADRE SERIE A>Roma e la maledizione crociati

Roma e la maledizione crociati

Di Francesco Albanesi - il 14 Gennaio 2020

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM, YOUTUBE, TELEGRAM e TWITTER o scarica l'App per ANDROID ed IOS

Roma e “crociati” sembrano e sono due parole diverse e che non c’entrano nulla, ma a Trigoria la rottura dei legamenti crociati non è un qualcosa di nuovo. Le statistiche dei giallorossi sono alla mano, dalla stagione 2014-2015 ad oggi sono ben 15 i giocatori che tra primavera e prima squadra hanno rimediato un infortunio al crociato.

Secondo la Gazzetta dello Sport Zaniolo rappresenta il 19° posto nella classifica dei giocatori che  hanno subito un infortunio al legamento crociato: roba non da poco insomma. Da Strootman, due volte, a Rudiger poi Florenzi, Mario Rui, Zappacosta, Emerson Palmieri e lo stesso Zaniolo domenica con la Juve; nel giro di 6 anni sono 15 i giocatori ad aver patito questo infortunio grave. Ci si è posta la domanda su quale potrebbe essere la causa.

Il dottor Pietro Monachino, ortopedico e medico dello sport, ha detto:

L’aumento dell’incidenza della rottura del legamento è sicuramente legata ad un calcio dinamico in cui si gioca con maggiore intensità e che con l’aggiunta delle varie coppe i giocatori non hanno tempo per recuperare. A volte c’è anche lo stato non perfetto dei terreni di gioco facendo si che ci sia meno aderenza e per il quadricipite e i legamenti questo non fa bene.

fonte: twitter roma

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...