HOME>NEWS SQUADRE SERIE A>MILAN>Milan, Pioli spiega il caso dei telefonini nel pre-gara con il Napoli

Milan, Pioli spiega il caso dei telefonini nel pre-gara con il Napoli

Di Mattia Di Battista - il 26 Novembre 2019

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM, YOUTUBE, TELEGRAM e TWITTER o scarica l'App per ANDROID ed IOS

Milan, il pareggio con il Napoli e il caso dei telefonini

Il pareggio di sabato contro il Napoli ha ridato un po’ di morale al Milan. Ma le polemiche per la squadra di Pioli non finiscono mai e anche la partita contro i partenopei ha lasciato un nuovo caso. Tutto è nato nel pre-gara quando le telecamere, entrate negli spogliatoi, hanno “pizzicato” Kessié, Biglia e Rebić che guardavano i loro cellulari. L’immagine è diventata subito virale e ha scatenato la reazioni rabbiose dei tifosi sui social.

Pioli prova a spegnere le polemiche

Sulla questione è intervenuto anche l’allenatore dei rossoneri Stefano Pioli provando a spegnere il fuoco delle polemiche. Ecco il virgolettato riportato dal Corriere della Sera:«Sui telefonini ho introdotto un regolamento severo che prevede che i giocatori non lo possono usare a pranzo a cena. Accetto le critiche per i risultati, ma vorrei chiarire che l’uso dei telefonini nel pre-partita è permesso per due motivi: sia perché ciascuno di loro può ascoltare la propria playlist e sia perché ogni calciatore è tenuto a consultare l’app che lo staff tecnico ha consegnato dove ci sono dei video per studiare le caratteristiche degli avversari nelle aree di competenza.», ha spiegato il tecnico del Milan.

Milan, il pallone ai tempi dei social

Quello adottato da Pioli è un esperimento fatto già ai tempi della Fiorentina. Un’applicazione per smartphone che consente di visionare dei video per studiare le caratteristiche degli avversari. La tecnologia applicata al calcio. Questa è la spiegazione del tecnico rossonero. Chissà se basterà a placare le polemiche…

FOTO: Calciomercato.com.

Lascia un commento

Lascia un commento

Loading...