Sacchi sull’Italia: “Dobbiamo ringraziare Mancini. L’importante è che non riteniamo di essere imbattibili”

Fonte foto: Screenshot Premium Sport

L’ex CT della nazionale, Arrigo Sacchi, ha analizzato su La Gazzetta dello Sport la partita vinta dall’Italia contro la Bulgaria:

 “Gli azzurri di Mancini si sono imposti per 2-0 in un incontro che però li ha visti meno vivaci e brillanti rispetto alle prestazioni del recente passato. L’importante è che i nostri Nazionali non ritengano di essere imbattibili giocando a bassi ritmi, con smarcamenti ridotti, con scarsi attacchi agli spazi, un blando pressing e insufficienti raddoppi. Molto probabilmente già nei prossimi appuntamenti si potrà rivedere il collettivo bello ed emozionante che aveva ricevuto tanti consensi. L’Italia si era rivelata una squadra spavalda e aggressiva che frantumava la resistenza avversaria con velocità e aggressività. In ogni caso dobbiamo ringraziare Mancini che ha preso una Nazionale allo sbando e le ha dato una speranza e un gioco, prerogative che purtroppo in queste ultime esibizioni non si sono ammirate”.

Fonte: TuttoMercatoWeb

Leggi anche: Lituania-Italia, Mancini: “Chiesa incute paura agli avversari. Tifosi allo stadio? Spero prima di giugno”

ULTIME NOTIZIE