Rimedio sulla Nazionale: “Toloi può essere più utile di Di Lorenzo. Politano è arrivato tardi per rientrare in Nazionale”

Fonte foto: Logo Nazionale Italiana
Sorry! You are blocked from seeing ads

SEGUICI SU

Il giornalista della RAI, Alberto Rimedio, è intervenuto durante Calcio Napoli 24 Live, spendendo parole per la nazionale italiana e per i propri giocatori:

Come sta la Nazionale? Rispetto a novembre, è comprensibile aver visto una squadra meno brillante con tre partite in una settimana. Si sono ottenuti nove punti e si è in testa al girone, ci sono 25 risultati utili consecutivi per Mancini e si proverà a migliorare ancora questo risultato durante l’Europeo”.

Su Toloi al posto di Di Lorenzo come terzino destro

“Non è stato provato a caso sulla fascia, se Mancini l’avesse voluto provare da centrale l’avrebbe impiegato lì: forse ha dei dubbi sul secondo esterno da portare, fermo restando che bisogna avere alternative valide fino all’ultimo. Toloi potrebbe essere più utile di Di Lorenzo perchè Mancini imposta a tre dietro e l’esterno sinistro sale sempre, e al tempo stesso l’esterno destro rimane più bloccato: Toloi è più abituato a fare questi compiti nell’Atalanta, anche se a me Di Lorenzo ha sempre dato una impressione positiva quando impegnato in Nazionale. Toloi però può fare anche il centrale e offre una soluzione in più rispetto all’azzurro”.

Alternanza Portieri e costruzione dal basso

“Tra le poche certezze per Mancini c’è Donnarumma, ieri mi aspettavo tanti cambi e l’unico confermato è stato lui: è stato decisivo con una parata. Un altro posto è di Sirigu, il terzo se lo giocano Meret e Cragno: quest’ultimo forse è più avanti perché è titolare fisso mentre Meret se la gioca con Ospina. Costruzione dal basso? Il portiere prima di tutto deve parare, la costruzione va fatta quando è possibile: se non c’è possibilità, non bisogna regalare palla agli avversari e si può tranquillamente spazzarla in avanti“.

Su Politano

Ormai è troppo tardi per rientrare nel gruppo della Nazionale, Mancini è sempre stato attento alle novità del campionato ma nel ruolo di esterno destro offensivo c’è grande abbondanza: Chiesa, Berardi, Bernardeschi che è un fedelissimo di Mancini e in azzurro ha sempre reso di più. Senza dimenticare Zaniolo che torna a fine aprile. Quella di Politano è stata una ottima stagione, ma a meno di clamorosi exploit è praticamente impossibile stravolgere le gerarchie”.

FONTE: www.tuttojuve.com

Leggi anche: Ancelotti: “Europeo? Dico Italia! Sono assolutamente contrario alla Superlega”

Leggi anche: Juventus, l’attacco di Brambati: “I giocatori fanno quello che vogliono e la società non è presente”

Leggi anche: Italia, effetto Mancini: balzo di quattordici posizioni nel ranking FIFA

 

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads