Nazionale Italiana, oggi è il giorno del sorteggio. Ecco le squadre da evitare

Foto: profilo Twitter FIFA

Oggi alle 17:00 a Nyon andrà in scena il sorteggio che determinerà quali saranno gli avversari dell’Italia di Roberto Mancini nei play-off per accedere ai Mondiali in Qatar del prossimo anno. La Nazionale si giocherà il tutto e per tutto in una semifinale e poi in una eventuale finale: 180 per raggiungere l’obiettivo che ormai manca da troppo tempo.

COME FUNZIONA IL SORTEGGIO?

Le 12 squadre qualificate (le 10 seconde dei vari gironi di qualificazione più 2 ripescate della Nations League) si sfideranno in 3 gironi da 4 e per ogni girone si giocheranno 2 semifinali e una finale in partita secca. Gli azzurri sono testa di serie quindi giocheranno in casa le semifinale contro una non testa di serie: Turchia, Polonia, Macedonia, Ucraina, Austria, Repubblica Ceca. Poi in caso di finale l’Italia molto probabilmente potrebbe giocare contro una squadra testa di serie: Portogallo, Scozia, Russia, Svezia, Galles.

LE SQUADRE DA EVITARE

Al primo turno dunque l’unica squadra che sarebbe da evitare è la Polonia di Robert Lewandowski, anche se nel complesso la Nazionale italiana appare nettamente più forte di tutte le selezioni presenti in seconda fascia. Altresì l’Austria potrebbe risultare una squadra ostica, soprattutto alla luce delle difficoltà che abbiamo avuto contro di loro durante gli ottavi di finale dell’ultimo Europeo. In ogni caso l’avversario più abbordabile sembrerebbe essere la Macedonia di Pandev.
Diverso il discorso per quanto riguarda un eventuale finale, la squadra che spaventa più di tutte è senza dubbio il Portogallo dei fuoriclasse Cristiano Ronaldo, Bruno Fernandes, Bernardo Silva e Ruben Dias. Sarebbe meglio non affrontare anche la Svezia per evitare quei fantasmi del passato che potrebbero far tremare molte persone che quello spareggio di 4 anni fa lo hanno ancora impresso nella mente. Più abbordabili Russia, Scozia e Galles: a meno che il sorteggio non li favorisca giocando a casa loro, in uno stadio che diventerebbe una vera e propria bolgia e metterebbe in difficoltà qualsiasi squadra.

LEGGI ANCHE: Miccoli. Perché in carcere a Rovigo e non a Lecce?

LEGGI ANCHE: Maradona. Un anno dopo ecco il ricordo del Napoli

Fonte: Eurosport