Italia, Toloi: “Ho imparato tanto da Gasperini. Difensori italiani i più forti al mondo”

Fonte foto: profilo twitter atalanta
Sorry! You are blocked from seeing ads

SEGUICI SU

Ha parlato in conferenza stampa Rafael Toloi, fiero di aver ricevuto la prima convocazione dalla nazionale italiana:

“È una emozione enorme, è frutto del lavoro e dell’impegno di tutti i giorni, spero di fare il meglio possibile, è davvero un sogno. I miei avi sono del Trentino, la mia nazionalità italiana non è nuova, l’ho avuta ancora prima di arrivare ma negli ultimi due mesi ho avuto l’ok della FIFA per giocare con l’azzurro. Sono molto felice di essere qui e di far parte del gruppo dell’Atalanta, essere in una squadra che sta facendo bene mi ha aiutato”.

Il tuo modo di giocare con l’Atalanta è abbastanza particolare, credi che anche qui ti chiederanno cose simili?

“Secondo me questa maniera di giocare è molto merito di Gasperini, ho imparato tanto da lui: devo uscire, pressare alto, giocare e creare situazioni. Qui è un po’ diverso ma è un valore aggiunto, non ci saranno problemi. Ho trent’anni, non sono più un ragazzino. Voglio dimostrare le mie qualità e continuare a dare il massimo anche nell’Atalanta”.

Hai avuto modo di vedere la squadra in questi mesi?

“Sì, i difensori italiani sono sempre stati i più forti al mondo. La squadra sta bene, ha sempre giocato bene, anche a livello difensivo. Bisogna proseguire su questa strada”.

Il Brasile è mai stata una possibilità?

“Il Brasile non mi ha mai contattato. Quando ho saputo che l’Italia voleva convocarmi, ho detto subito di sì e tutta la mia famiglia ne è stata contenta.”

Fonte: TuttoMercatoWeb

Leggi anche: Euro 2020, l’Italia ci prova: si punta al 30% di pubblico per la Turchia

COMMENTA L'ARTICOLO
Sorry! You are blocked from seeing ads