Italia-Spagna, Mario Sconcerti: “La partita l’abbiamo vinta con il carattere e la determinazione”

Foto: Sito ufficiale Wikipedia

Ai microfoni di Tuttomercatoweb Radio, è intervenuto Mario Sconcerti il quale si è voluto soffermare sulla vittoria di ieri sera degli azzurri contro la Spagna, ecco le sue parole:

Italia-Spagna, vittoria sofferta ma bella:
“Bella proprio perché sofferta e contro un grande avversario che giocava meglio di noi. Abbiamo trovato il pallone raramente ma siamo stati in campo e all’altezza. Non siamo stati un solo minuto in svantaggio. L’abbiamo retta col carattere, con la voglia di non perdere. Barella e Verratti venivano risucchiati dalla qualità spagnola in mezzo al campo. L’unico errore è stato quello di mettere Jorgihno su Pedri, perché ha lasciato soli sia Barella che Verratti. Abbiamo corso tanto per non ottenere risultati. Noi correvamo a vuoto e non avevamo il solito apporto di Jorginho. E’ stata una partita difficilissima che abbiamo meritato di vincere. I cambi hanno dato un apporto importante. L’uscita di Immobile ha permesso di passare al 4-4-2 e ci ha restituito equilibrio. Abbassarsi era l’unico modo per recuperare il pallone. Qualunque altra squadra sarebbe stata travolta, noi abbiamo giocato alla pari. Una grande prestazione contro una squadra superiore”.

Mancini e Luis Enrique sono due costruttori?
“Alla Spagna manca un grande attaccante, non riesce a essere concreta ma gioca benissimo. Il nostro tentativo di giocare alla pari l’ha favorita. Abbiamo avuto tutte le complicazioni possibili, ma alla fine siamo riusciti a poter ripartire dal basso col cambio di modulo. Abbiamo giocato meglio i supplementari della Spagna, che ha finito la partita demoralizzata. C’è stata la chiarezza che ai rigori avremmo vinto noi. Ed è chiaro che Mancini piace alla fortuna”.

Leggi anche: Euro 2020 – Jesi omaggia il CT Mancini: “Grazie Roberto, sei il nostro orgoglio”

ULTIME NOTIZIE