Guida a EURO 2020: Girone F – Germania e Portogallo

Fonte foto: Screenshot Gironi Euro 2020
RICEVI LE ULTIME NEWS

Oltre a Francia e Ungheria, le altre due protagoniste del Girone F di Euro 2020 saranno Germania e Portogallo. Si tratta di un vero e proprio girone di ferro, con queste ultime due nazionali che, insieme alla Francia, rientrano tra le possibili vincitrici della competizione. Fa strano pensare che una tra le tre potrebbe essere eliminata ai gironi, anche se con la formula di quest’anno (passano quattro delle migliori terze su sei) ciò potrebbe non accadere. La prima di questo girone affronterà agli ottavi di finale una delle migliori terze, mentre la seconda incontrerà la vincente del girone D (Inghilterra super favorita), in un ottavo di finale che potrebbe essere già una super sfida.

Adesso, però, analizziamo il periodo di forma, il cammino nelle qualificazioni, i punti di forza e punti deboli, le convocazioni e le probabili formazioni delle due squadre di cui abbiamo parlato all’inizio.

 

GERMANIA:

La nazionale tedesca, allenata per l’ultima volta da Joachim Low (a cui succederà l’ex tecnico del Bayern Hans-Pieter Flick), è reduce da una bruttissima figura ai mondiali del 2018 quando arrivò addirittura ultima nel girone con Messico, Corea Del Sud e Svezia, mentre agli ultimi Europei si fermò in semifinale contro la Francia, con cui perse 0-2, dopo aver eliminati ai quarti di finale l’Italia di Antonio Conte ai calci di rigore.

PERIODO DI FORMA

La Germania è reduce da due amichevoli contro Danimarca e Lettonia in cui ha segnato la bellezza di 8 reti e ne ha subite solamente due, ma ha raggiunto solamente una vittoria ed un pareggio. Lo scorso 31 marzo, però, è arrivata la clamorosa sconfitta in casa contro la Macedonia del Nord nel girone di qualificazione ai prossimi mondiali. Nella Uefa Nations League, invece, va ricordata la sonora sconfitta contro la Spagna per 6-0.

GIRONE DI QUALIFICAZIONE

Il girone di qualificazione ad Euro 2020 è terminato a Novembre del 2019 e ha visto la Germania chiudere al primo posto con 21 punti, davanti all’Olanda (19). Nel gruppo erano presenti anche Irlanda Del Nord, Bielorussia ed Estonia.

PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA

Se analizziamo la rosa e la qualità dei singoli, la Germania può contare su un centrocampo e su un attacco tra i migliori al mondo. Kimmich, Kroos, Gundogan e Goretzka compongono un reparto che difficilmente ha rivali, mentre in attacco si punterà molto sull’esperienza e la qualità di Thomas Muller, richiamato in nazionale dopo averne annunciato l’addio, sul periodo di forma stellare di Kai Havertz, match winner dell’ultima finale di Champions League contro il Manchester City, su Timo Werner, reduce da un’annata non molto positiva, e sulla velocità nell’uno contro uno di Serge Gnabry e Leroy Sanè.

Di contro, possiamo considerare il reparto difensivo come il punto debole di questa nazionale, con Gosens e Klostermann utilizzati da terzini e con Rudiger e Hummels (altro ritorno) come centrali. Come vediamo, un reparto composto da buoni giocatori, ma non da grandi nomi. Grande nome che, invece, troviamo in porta, con la grande qualità ed esperienza di Manuel Neuer.

CONVOCATI

Portieri: Manuel Neuer (Bayern Monaco), Kevin Trapp (Eintracht Francoforte), Bernd Leno (Arsenal)

Difensori: Antonio Rüdiger (FC Chelsea), Mats Hummels (Borussia Dortmund), Matthias Ginter (Borussia Mönchengladbach), Niklas Süle (Bayern Monaco), Emre Can (Borussia Dortmund), Lukas Klostermann (RB Lipsia), Robin Gosens (Atalanta), Robin Koch (Leeds United), Christian Günter (SC Friburgo), Marcel Halstenberg (RB Lipsia).

Centrocampisti: Joshua Kimmich (Bayern Monaco), Ilkay Gündogan (Manchester City), Kai Havertz (FC Chelsea), Toni Kroos (Real Madrid), Leon Goretzka (Bayern Monaco), Thomas Müller (Bayern Monaco), Jonas Hofmann (Borussia Mönchengladbach), Jamal Musiala (Bayern Monaco), Florian Neuhaus (Borussia Mönchengladbach).

Attaccanti: Serge Gnabry (Bayern Monaco), Leroy Sane (Bayern Monaco), Timo Werner (FC Chelsea), Kevin Volland (AS Monaco).

PROBABILE FORMAZIONE

(4-3-3): Neuer; Klostermann, Hummels, Rudiger, Gosens; Kimmich, Kroos, Gundogan; Gnabry, Muller, Havertz

 

 

PORTOGALLO:

La nazionale portoghese, allenata da Fernando Santos, si presenta a questi europei da campione in carica, dopo averli vinti nel 2016 battendo in finale la Francia ai supplementari con un gran gol di Eder. Inoltre, il Portogallo ha vinto anche la Nations League nel 2019. Nel mondiale del 2018, invece, è uscito agli ottavi di finale contro l’Uruguay. Rientra tra le squadre favorite, non solo perché deve difendere il titolo, ma anche perché è una nazionale ricca di talento, soprattutto in attacco. Andiamo, però, ad analizzare tutto nel dettaglio.

PERIODO DI FORMA

Il Portogallo è reduce da un ottimo periodo, infatti nelle ultime 15 partite, tra amichevoli e partite ufficiali, ha subito solamente due sconfitte. L’ultima partita risale al 4 giugno dove ha pareggiato per 0-0 contro la Spagna in amichevole.

GIRONE DI QUALIFICAZIONE

Nonostante i grandi risultati degli ultimi anni, la nazionale guidata da CR7 ha concluso il girone di qualificazione agli europei al secondo posto con 17 punti, dietro l’Ucraina (20). Nello stesso gruppo erano presenti anche Serbia, Lussemburgo e Lituania.

 

PUNTI DI FORZA E DI DEBOLEZZA

E’ difficile indicare un solo punto di forza di questa nazionale, in quanto è composta dal giusto mix di talento ed esperienza. In difesa può contare su Ruben Dias, reduce da un’annata strepitosa con il Manchester City, con il quale è stato votato miglior difensore della Premier League, ma anche su Joao Cancelo, Raphael Guerreiro e sul capitano, Pepe, che resta un grandissimo difensore ed è sicuramente l’elemento più esperto del gruppo. A centrocampo la star è sicuramente Bruno Fernandes, reduce da due anni al Manchester United in cui ha dimostrato di essere tra i migliori nel suo ruolo. In attacco, invece, oltre al sempreverde Cristiano Ronaldo, che non ha bisogno di presentazioni, ci sono anche Bernardo Silva, Joao Felix e Andrè Silva, reduce da un grande campionato con l’Eintracht Francoforte, con il quale ha messo a segno ben 28 reti, dietro nella classifica marcatori solo all’alieno Robert Lewandowski. Da non dimenticare anche Diogo Jota, attaccante che ha stregato Klopp nel Liverpool.

L’unico punto debole che si può trovare in questa rosa è, probabilmente, l’assenza di un portiere di alto livello. Rui Patricio ed Anthony Lopes sono sicuramente due estremi difensori di grande affidabilità, ma non sono sicuramente ai livelli di quelli delle altre big (Neuer, Courtois, Donnarumma per citarne alcuni).

CONVOCATI

Portieri: Anthony Lopes (Lione), Rui Silva (Granada), Rui Patricio (Wolverhampton).

Difensori: Nelson Semedo (Wolverhampton), José Fonte (Lille), Raphael Guerreiro (B. Dortmund), Nuno Mendes (Sporting Lisbona), Joao Cancelo (Man. City), Ruben Dias (Man. City), Pepe (Porto).

Centrocampisti: Bruno Fernandes (Man. United), Rafael Silva (Benfica), Danilo Pereira (Psg), Joao Palhinha (Sporting Lisbona), Bernardo Silva (Man. City), Ruben Neves (Wolverhampton), Gonçalo Guedes (Valencia), Joao Moutinho (Wolverhampton), Renato Sanches (Lille), Pote (Sporting Lisbona), Sergio Oliveira (Porto), William Carvalho (Betis).

Attaccanti: Cristiano Ronaldo (Juventus), Joao Felix (Atletico Madrid), Diogo Jota (Liverpool), André Silva (Eintracht).

PROBABILE FORMAZIONE

(4-3-3) Rui Patricio; Cancelo, Dias, Pepe, Guerreiro; Danilo Pereira, Renato Sanches, B. Fernandes; B. Silva, Joao Felix, C.Ronaldo.

 

Questo girone, con molta probabilità, sarà vinto dalla Francia, squadra più accreditata per la vittoria finale, e il secondo posto, come detto inizialmente, sarà, molto probabilmente, sfida tra Germania e Portogallo.

In base, anche, a quanto analizzato in questo articolo, la nazionale portoghese parte leggermente favorita su quella tedesca, ma sarà lotta fino all’ultimo minuto.

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.