EURO 2020, Mancini: “Domani dovremo fare una grande partita contro la Spagna per stare qui fino alla fine”

Foto: Profilo Twitter Vivo Azzurro

Domani sera andrà in scena Italia-Spagna, la prima delle due semifinali di EURO 2020 con il fischio d’inizio alle 21. Una serata importante e speciale. Lo sa bene il ct azzurro Roberto Mancini, intervenuto in conferenza dalla sala stampa di Wembley, a Londra. Queste le sue parole:

SUL RAPPORTO TRA I VARI COMPONENTI DELLO STAFF AZZURRO VERSIONE “SAMPDORIA”: 

“Il rapporto che si viene a creare è ottimo e speciale quando con tutti si ha un buon feeling e si lavora in condizioni ottimali. Domani con la Spagna dovremo fare una grande partita per rimanere qui fino alla fine”.

SULLA TENSIONE DELLA PARTITA:

“La tensione man mano che si avvicina la partita è normale che ci sia, la sento anche io. Ma bisogna saper essere freddi per commettere meno errori possibili. E’ il bello di queste partite”. 

SULL’AVVERSARIO DI DOMANI, LA SPAGNA: 

“Sarà un test difficile, anche se la Spagna è diversa dal Belgio. Sarà una gara diversa da quelle ma con tante difficoltà. Con l’Austria abbiamo avuto delle difficoltà perchè era la prima a eliminazione diretta e perchè loro erano molto aggressivi. Domani lo sarà ugualmente, sappiamo delle difficoltà. La Spagna è stata straordinaria per anni, anche se adesso c’è stato un ricambio generazionale e sono più giovani. Il loro tecnico è bravissimo e i giocatori di livello”.

SU VIALLI:

“Il nostro rapporto va oltre all’amicizia, siamo cresciuti insieme. E’ come avere un fratello qui, succede con tutti quelli che hanno giocato in quella Sampdoria. Il rapporto tra noi è ottimo, così come quello con i giocatori. Luca è anche un pò anziano, lo ascoltiamo volentieri quando parla…”.

SU LUIS ENRIQUE: 

“E’ un tecnico molto bravo, ha vinto Coppe dei Campioni con il Barcellona e non solo. Anche a Roma fece bene, esprimendo un bel gioco. Se un allenatore riesce a far giocare bene le sue squadre, al netto della vittoria, è importante e dimostra le sue competenze e capacità”.

LA CRITICA ITALIANA SI SENTE GIA’ IN FINALE…

“Speriamo che per una volta ci azzecchi… Non sarà semplice: la Spagna è una grande squadra, ci sarà bisogno di una partita importante. Ma siamo in semifinale, non ci sono gare semplici”.

SULLO STADIO, WEMBLEY, PIENO:

“Non è giusto che non ci siano tifosi da Italia e Spagna. Però ovviamente è meglio giocare davanti al pubblico che con poche persone, è il bello dello sport”.

SULLA SPAGNA: 

“Hanno dominato il calcio negli ultimi vent’anni, non cambieranno adesso. Luis Enrique è un tecnico preparato e molto bravo. Magari lui avrà cambiato modo di allenare. Se Italia e Spagna sono arrivate fin qui è perchè se lo meritano”.

SU IMMOBILE: 

“Ricordiamoci che Ciro è Scarpa d’Oro. Ha segnato di più negli ultimi anni. E in competizioni come queste spesso il più criticato risolve partita e torneo…”.

SUL GIOCO:

“Mi aspetto una bella partita. La Spagna ha giocatori di talento, ma anche noi. Ne uscirà una gran bella partita”.

SU BELOTTI E TOLOI:

“Ieri non lo abbiamo rischiato il Gallo, aveva preso un colpo col Belgio. Rafael in allenamento ma entrambi saranno disponibili per domani”.

CHIUSURA SU CHIELLINI:

“Da diversi anni si dice che lui con Bonucci formano una coppia difensiva tra le migliori, forse la migliore. Ma vogliono dimostrarlo ogni volta. Spero che possa riuscire a giocare tre gare di fila. Altrimenti, ci sono Acerbi e Bastoni che stanno in grande forma”.

LEGGI ANCHE: Verso Italia-Spagna, Capello: “Occhio a Pedri, mai visto un talento così”

LEGGI ANCHE: Euro 2020, Italia: gli azzurri possono passare da ventesimi al podio del Ranking FIFA

Fonte Dichiarazioni: TMW

ULTIME NOTIZIE