Nel suo editoriale per TMW, il giornalista Enzo Bucchioni ha parlato di Leonardo Bonucci, espulso durante ItaliaSpagna di Nations League: “Il problema investe il tipo di arbitraggio al quale i giocatori sono abituati in campionato e le differenze che si riscontrano all’estero. Hanno ragione gli altri arbitri, quelli che ammoniscono. Quelli che ti cacciano. Non i nostri. Purtroppo in Italia c’è una categoria di giocatori ai quali è consentito tutto o quasi. E uno di questi è Bonucci, ma non solo lui. Vuoi per il carisma personale, vuoi per la maglia che indossi o per cose del genere, se ci fate caso, certi atteggiamenti vengono consentiti e tollerati quasi sempre e non va bene. Attenzione, non lo dico perché Bonucci è della Juventus, quei due o tre che mi seguono sanno come la penso, (in passato lo dicevo per Totti) non mi interessano i colori o le bandiere, ma il calcio. E il calcio non esce bene se alcuni arbitri non hanno il coraggio di applicare il regolamento e di chiedere rispetto a tutto e tutti in identica maniera. Perché ogni volta Bonucci e simili possono mettere il ditino davanti al naso dell’arbitro di turno, fare pressioni, senza pagarne le conseguenze?“.

LEGGI ANCHEBucchioni: “Donnarumma, ecco perché fischiarlo è diritto sacrosanto”

LEGGI ANCHENapoli al lavoro contro la Coppa d’Africa, avv. Lubrano: “Errore di FIGC e Lega”

Articolo precedenteInter, Brozovic: il centrocampista croato ancora non rinnova, i dettagli
Articolo successivoSampdoria Next Generation: presentata la CDM Futsal Academy