Al via Euro 2020, tutto quello che c’è da sapere sul girone B: occhio alla Danimarca

Fonte foto: Screenshot Gruppo B Euro 2020
RICEVI LE ULTIME NEWS

L’attesa è finita, si comincia. Dopo un lunghissimo anno di attesa, venerdì sarà il giorno in cui andrà in scena la prima partita di Euro 2020 tra Turchia e Italia. Nel weekend, invece, si assisterà a ben 6 partite, spalmate tra sabato e domenica, 2 delle quali riguarderanno il girone B, quello su cui ci concentreremo. Belgio, Danimarca, Finlandia e Russia le pretendenti. 4 squadre per 2 posti valevoli per le fasi finali, con l’aggiunta delle 4 migliori terze. E allora, andiamo a scoprire tutto ciò che c’è da sapere su questo gruppo:

BELGIO: Senza dubbio è la nazionale più forte del proprio raggruppamento. E non ci va neanche lontano dall’essere la più forte di tutto l’Europeo, insieme a Francia e Inghilterra. Il percorso di qualificazione è stato pressoché perfetto dei belgi, che hanno annientato Russia, Scozia, Cipro, Kazakistan e San Marino ottenendo 30 punti su 30 disponibili. Non solo, con 40 gol fatti e 3 subiti i Diavoli Rossi hanno avuto il miglior attacco e la miglior difesa rispetto alle altre nazionali nemiche. Il CT Roberto Martinez ha creato una macchina perfetta, con questo 3-4-2-1 molto spavaldo e poco speculativo. La trequarti fa letteralmente paura: De Bruyne e Mertens sosterranno il gregario Romelu Lukaku, mentre sugli esterni Martinez ha impiegato molto spesso Meunier sulla destra e Thorgan Hazard sulla sinistra, così da dare un po’ più di equilibrio. In mezzo c’è ampia scelta, ma i più quotati a vestire una maglia da titolare sono Tielemans e Axel Witsel. Davanti a Courtois spazio a Denayer, Vertonghen, e Alderweireld. Piccola curiosità: Il Belgio ha preso parte solo a 6 edizioni della competizione, nell’ultima (2016) la nazionale si è fermata ai quarti di finale contro il Galles.

Di seguito la lista dei convocati:

Portieri: Thibaut Courtois (Real Madrid), Simon Mignolet (Club Brugge), Matz Sels (Strasbourg).

Difensori:  Toby Alderweireld (Tottenham), Dedryck Boyata (Hertha Berlin), Timothy Castagne (Leicester), Jason Denayer (Lyon), Thomas Meunier (Dortmund), Thomas Vermaelen (Vissel Kobe), Jan Vertonghen (Benfica).

Centrocampisti: Nacer Chadli (İstanbul Başakşehir), Yannick Carrasco (Atlético Madrid), Kevin De Bruyne (Manchester City), Leander Dendoncker (Wolves), Eden Hazard (Real Madrid), Thorgan Hazard (Dortmund), Dennis Praet (Leicester), Youri Tielemans (Leicester), Hans Vanaken (Club Brugge), Axel Witsel (Dortmund).

Attaccanti: Michy Batshuayi (Crystal Palace), Christian Benteke (Crystal Palace), Jeremy Doku (Rennes), Romelu Lukaku (Inter Milan), Dries Mertens (Napoli), Leandro Trossard (Brighton).

RUSSIA: Chi può lottare per il secondo posto è indubbiamente la Russia. La nazionale di Stanislav Cercesov ha concluso la sua fase a gironi al secondo posto, guarda caso proprio dietro al Belgio. In 10 partite sono arrivati 24 punti, frutto di 8 vittorie e 2 sconfitte. Nonostante una rosa di discreto livello, la Russia può contare sull’ottimo rendimento della fase offensiva: 33 i gol realizzati nel percorso di qualificazione a Euro 2020. Da tenere d’occhio gli assi della manica che possono trascinare la nazionale: Miranchuk, Golovin e il capitano Dzyuba saranno quelli che dovranno far girare la macchina. Cercesov ha cambiato molto a livello tattico nelle ultime uscite, probabilmente per trovare il giusto assetto in modo da non farsi trovare impreparato. E’ passato dal 4-3-3 al 5-3-2 fino ad arrivare al 4-2-3-1, modulo più equilibrato e che si adatta meglio alle caratteristiche dei giocatori. E dunque, se abbiamo detto che l’attacco può coprire dei difetti, la difesa annacqua da tutte le parti. Tantissime le reti subite dalla Russia tra Nations League, Amichevoli e Qualificazioni Mondiali. Saranno 3 le partite del girone per provare a fare nome nelle finaliste: l’obiettivo è fare meno danni possibili, ma le speranze ci sono e ci devono essere. Curiosità: Da un punto di vista storico la Russia vanta una sola vittoria nella competizione, nel 1960, che appartiene in realtà all’ex Unione Sovietica, dove giocava il leggendario portiere Lev Yashin. Inoltre, su 6 edizioni la nazionale è arrivata una volta in semifinale con conseguente terzo posto nel 2008.

Questa la lista dei convocati:

Portieri: Yuri Dyupin (Rubin), Matvei Safonov (Krasnodar), Anton Shunin (Dinamo Moskva).

Difensori: Igor Diveev (CSKA Moskva), Georgi Dzhikiya (Spartak Moskva), Mário Fernandes (CSKA Moskva), Vyacheslav Karavaev (Zenit), Fedor Kudryashov (Antalyaspor), Andrei Semenov (Akhmat).

Centrocampisti: Dmitri Barinov (Lokomotiv Moskva), Denis Cheryshev (Valencia), Daniil Fomin (Dinamo Moskva), Aleksandr Golovin (Monaco), Daler Kuzyaev (Zenit), Andrei Mostovoy (Zenit), Maksim Mukhin (CSKA Moskva), Magomed Ozdoev (Zenit), Rifat Zhemaletdinov (Lokomotiv Moskva), Yuri Zhirkov (Zenit), Roman Zobnin (Spartak Moskva).

Attaccanti: Artem Dzyuba (Zenit), Aleksei Ionov (Krasnodar), Denis Makarov (Rubin), Aleksei Miranchuk (Atalanta), Aleksandr Sobolev (Spartak Moskva), Anton Zabolotny (CSKA Moskva).

DANIMARCA: L’altra favorita per il secondo posto nel gruppo B, insieme alla Russia, è la Danimarca. Attenzione però, la formazione di Kasper Hjulmand potrebbe essere l’outsider di questo Europeo; una Cenerentola per intenderci. Il blasone non manca, e non è un fattore da meno, il talento e la gioventù neanche. Tanta “Italia” sarà chiamata in causa in questo torneo: Kjaer, Maehle, la stella Eriksen, la sfrontatezza di Damsgaard, reduce da una grande stagione in blucerchiato, il possibile rilancio di Cornelius, al contrario, reduce da un’annata disastrosa a Parma. Insomma, tutti presupposti per poter far bene. Numericamente parlando, il girone di qualificazione non è stato impeccabile ma neanche sofferto: secondo posto (con 16 punti) dietro alla Svizzera e davanti a Irlanda del Nord, Georgia e Gibilterra. Il CT predilige giocare con un 4-3-3 classico che a volte varia in un 4-2-3-1 per via della posizione che assume Eriksen in campo, ovvero quella da trequartista-rifinitore. Punto di forza il centrocampo che, oltre all’interista, prevede Hojbjerg e Delaney: due giocatori d’esperienza e che abbinano una grande forza fisica ad una buona qualità palla al piede. I 4 dietro sono gli intoccabili di Hjulmand: Wass a destra, Kjaer e il campione d’Europa Christensen coppia centrale e Maehle a sinistra. Davanti, oltre a Yussuf Poulsen, c’è il giovanissimo Jonas Wind, classe 1999 che potrebbe essere una delle rivelazioni del torneo. Curiosità: la squadra torna agli Europei dopo il mancato accesso alla competizione nel 2016. Nel 1992 alzò la coppa dopo aver battuto la Germania 2-0.

Questa la lista dei convocati:

Portieri: Jonas Lössl (Midtjylland), Frederik Rønnow (Schalke), Kasper Schmeichel (Leicester)

Difensori: Joachim Andersen (Fulham), Nicolai Boilesen (Copenhagen), Andreas Christensen (Chelsea), Mathias Jørgensen (Copenhagen), Simon Kjær (AC Milan), Joakim Mæhle (Atalanta), Jens Stryger Larsen (Udinese), Jannik Vestergaard (Southampton)

Centrocampisti: Anders Christiansen (Malmö), Thomas Delaney (Dortmund), Christian Eriksen (Inter Milan), Pierre-Emile Højbjerg (Tottenham), Mathias Jensen (Brentford), Christian Nørgaard (Brentford), Robert Skov (Hoffenheim), Daniel Wass (Valencia)

Attaccanti: Martin Braithwaite (Barcelona), Andreas Cornelius (Parma), Mikkel Damsgaard (Sampdoria), Kasper Dolberg (Nice), Andreas Skov Olsen (Bologna), Yussuf Poulsen (Leipzig), Jonas Wind (Copenhagen).

FINLANDIA: Oggettivamente è la nazionale destinata ad uscire già alla fase a gironi, ma nel calcio mai dire mai. Intanto, i finlandesi possono godersi il momento perchè è la prima volta che partecipano ai campionati Europei di calcio nella loro storia. Un grande traguardo per la squadra di Markku Kanerva, che dopo anni di tentativi insoddisfacenti, è riuscita a regalarsi una gioia che può dare morale nonostante i pronostici siano totalmente a sfavore. Arrivata seconda nel girone qualificatorio con Italia, Grecia, Bosnia, Armenia e Liechtenstein dopo 6 vittorie e 4 sconfitte, la Finlandia si aggrapperà al suo bomber Teemu Pukki, il quale oltre ad aver segnato 2 gol su 3 partite nelle qualificazioni mondiali, in quelle europee ha segnato in tutte e 10. Il CT Kanerva ha plasmato una nazionale molto pratica, con un 4-4-2 molto semplice che pensa a badare più al sodo che a proporre. D’altronde i giocatori su cui può contare non sono di alto livello, se non l’attaccante del Norwich sopracitato e il portiere del Bayer Leverkusen Lucas Hradecky. Da visionare particolarmente il giovane centravanti Marcus Forss, fresco di promozione in Premier League col Brentford e Joel Pohjanpalo, 26 anni attaccante dell’Union Berlino ma di proprietà del Leverkusen e di cui si parla molto bene.

Di seguito la lista dei convocati:

Portieri: Lukas Hradecky (Leverkusen), Anssi Jaakkola (Bristol Rovers), Jesse Joronen (Brescia).

Difensori: Paulus Arajuuri (Pafos), Robert Ivanov (Warta Poznań), Thomas Lam (Zwolle), Daniel O’Shaughnessy (HJK Helsinki), Jukka Raitala (Minnesota United), Joona Toivio (Häcken), Jere Uronen (Genk), Nicholas Hämäläinen (QPR), Sauli Väisänen (Chievo).

Centrocampisti: Nikolai Alho (MTK Budapest), Fredrik Jensen (Augsburg), Glen Kamara (Rangers), Joni Kauko (Esbjerg), Robin Lod (Minnesota United), Rasmus Schüller (Djurgården), Pyry Soiri (Esbjerg), Tim Sparv (Larissa), Robert Taylor (Brann), Onni Valakari (Pafos).

Attaccanti: Marcus Forss (Brentford), Lassi Lappalainen (Montréal), Joel Pohjanpalo (Union Berlin), Teemu Pukki (Norwich).

Questo il calendario delle partite del girone B.

Sabato 12 giugno: Danimarca – Finlandia ore 18:00, Copenaghen e Belgio – Russia ore 21:00, San Pietroburgo.

Mercoledì 16 giugno: Finlandia – Russia ore 15:00, San Pietroburgo.

Giovedì 17 giugno: Danimarca – Belgio ore 18:00, Copenaghen.

Lunedì 21 giugno: Russia – Danimarca ore 21:00, Copenaghen e Finlandia – Belgio ore 21:00, San Pietroburgo

IL PRONOSTICO: Belgio e Danimarca qualificate per gli ottavi di finale

Leggi anche: Verso Euro 2020, la Uefa attua un protocollo anti Covid per squadre e arbitri

 

ULTIME NOTIZIE

Mondocalcionews.it, il sito di riferimento per i veri appassionati.

Rimani aggiornato sulle ultime news dal mondo del Calcio. Il nostro portale, aggiornato 24 ore su 24, mette a disposizione dei lettori tutte le curiosità, risultati, statistiche, fatti e dichiarazioni del panorama calcistico mondiale, dai professionisti ai dilettanti.