Morte Willy, tolto l’ergastolo in appello ai fratelli Bianchi. La mamma: “Neanche sono pentiti”

E’ di pochi minuti fa la notizia clamorosa che arriva direttamente dalla Corte d’Appello. Nel processo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte avvenuto a settembre del 2020 a Colleferro, i due fratelli bianchi nel primo grado di giudizio sono stati condannati all’ergastolo.

Da oggi puoi essere sempre aggiornato sulle nostre news seguendoci su Google News, mettendo il tuo like alla pagina Facebook dI Mondocalcionews.it e iscrivendoti al nostro canale Telegram. USA ANCHE I NOSTRI CODICI SCONTO PER RISPARMIARE SUI TUOI ACQUISTI ONLINE CLICCANDO QUI.

Nell’appello, invece, la pena è stata ridotta drasticamente. I due fratelli bianchi dall’ergastolo sono passati a 24 anni di reclusione a testa. Confermate, invece, le pene per Francesco Belleggia (23 anni di reclusione) e per Mario Pincarelli (21 anni di reclusione).

La Corte d’Appello ha riconosciuto le attenuanti generiche ai fratelli Bianchi, come già fatto per gli altri due imputati in primo grado di giudizio, così da pareggiare le aggravanti.

La mamma di Willy ha commentato così la decisione della Corte d’Appello:

“Accettiamo questa decisione, va bene così Ma non credo al loro pentimento perché non si sono mai pentiti davvero”