HOME>SERIE A>Mondiali: partita al cardiopalma, Belgio batte Giappone per 3-2 dopo una clamorosa rimonta

Mondiali: partita al cardiopalma, Belgio batte Giappone per 3-2 dopo una clamorosa rimonta

Di Redazione MCN - il 2 Luglio 2018

L'articolo prosegue qui sotto

Segui MondoCalcioNews su FACEBOOK, INSTAGRAM e TELEGRAM o SCARICA l'App

Alla Rostov Arena va di scena una delle partite più incredibili di questo mondiale, il Belgio batte con una clamorosa rimonta un grande Giappone. Decisivi i gol di Vertonghen, Fellaini e Chadli.

Martinez sceglie il solito 3-4-3 con una formazione a trazione offensiva, forte delle grandi prestazioni del trio Hazard-Lukaku-Mertens. Mentre il commissario tecnico del Giappone, Nishino, con l’intento di dare maggiore copertura sulle fasce,  opta per un 4-2-3-1, puntando sulle giocate in  velocità di Kagawa e Inui.

Parte forte il Giappone, dopo soli 50 secondi approfitta di un errore di Carrasco, che respinge corto in zona difensiva, offrendo un tiro al limite dell’aria alla stella Kagawa, il giapponese conclude però di poco largo alla sinistra di Courtois. Al 20’ finalmente si vede Lukaku, che prova una serie di conclusioni deviate in angolo. La prima grande occasione per i diavoli rossi arriva 5 minuti più tardi, quando ancora una volta Mertens serve Lukaku in area, che leggermente in ritardo riesce solo a sfiorare a due passi da Kawashima. Al 31’ sono invece i nipponici a rendersi pericolosi, il colpo di tacco di Kagawa libera Nagatomo, che crossa dalla sinistra trovando la testa di Inui , quest’ultimo conclude centralmente permettendo la facile parata del portiere del Chelsea. Timida reazione del Belgio affidata alle incursioni di Hazard, ma l’ultima occasione del primo tempo è ancora per il Giappone, Osako sfiora il gol dopo un timido tocco, che Courtois riesce a bloccare solo dopo una serie di clamorosi lisci.

Il secondo tempo inizia nel segno del Giappone,al minuto 47’ contropiede micidiale iniziato da Inui e concluso da Haraguchi con una conclusione precisa all’ angolino da posizione defilata. Non finiscono le sorprese, al minuto 52 grandissima giocata di Kagawa che serve Inui, l’esterno non ci pensa due volte tiro a giro che si infila alla sinistra di Cortouis, raddoppia il Giappone. Reazione rabbiosa dei diavoli rossi, che dopo aver preso le misure, accorciano le distanze con un colpo di testa velenoso di Vertonghen che infila il portiere avversario, al 69’ della ripresa. Dopo soli 4 minuti, ci pensa Hazard, doppia finta e grande assist per l’imbucata decisiva di Fellaini, il centrocampsita dello United di testa fa 2-2. Le squadre si aprono alla ricerca del gol del vantaggio, tocca prima ad Honda che trova un grande recupero di Kompany, poi al duo Chadli-Lukaku con due grandi colpi di testa neutralizzati da due grandi interventi di Kawashima. Tutto sembra portare ai tempi supplementari,ma i diavoli non sono d’accordo, contropiede stellare a soli 30 secondi dalla fine del match, complice un calcio d’angolo battuto malissimo dagli asiatici, parte palla al piede De Bruyne, che lancia spedito sulla fascia Meunier, cross al centro, sponda perfetta di Lukaku, e Chadli a porta vuota non può sbagliare. Il Belgio vince una clamorosa partita all’ultimo minuto, ad attenderli ora il Brasile di Neymar.

 

BELGIO-GIAPPONE 3-2 (0-0)

MARCATORI: 48′ Haraguchi, 52′ Inui, 70′ Vertonghen, 74′ Fellaini, 94′ Chadli

BELGIO (3-4-2-1): Courtois ; Alderweireld , Kompany , Vertonghen ; Meunier , De Bruyne , Witsel , Carrasco  (65′ Chadli ); Mertens  (65′ Fellaini ), Lukaku , Hazard E.  All.: Martinez

GIAPPONE (4-2-3-1): Kawashima ; Sakai , Yoshida , Shoji , Nagatomo ; Shibasaki  (81′ Honda ), Hasebe ; Haraguchi (81′ Yamaguchi s), Kagawa , Inui ; Osako.  All.: Nishino

Ti piace scommettere? UNISCITI al canale Telegram di MondoCalcioNewsBetting

Loading...