Milan-Cagliari 3-0,a San Siro il Diavolo si divora i sardi

10 Febbraio 2019 - 22:29 di

Troppo Milan per la squadra di Maran,che soccombe con un sonoro 3 a 0. Piatek continua a segnare e Paquetá si sblocca

Partenza aggressiva del Milan,che prova a bucare con palle verticali a tagliare la difesa. Al 8′ prima occasione con il tiro di Calhanoglu parato alla grande da Cragno. Bisogna aspettare poco per la prima rete del match. Al 13′ gol del Milan dopo un’azione elaborata,che libera al tiro Suso il quale trova la parata di Cragno. La palla dopo però va a sbattere su Ceppitelli,finendo poi in rete. Rete un po’ fortunosa ma importante per i rossoneri.Il Cagliari dopo il gol non cambia molto il suo assetto tattico,e fa fatica a rendersi pericoloso . Poco pressing da parte dei rossoblú. Al 22′ arriva il raddoppio con il primo gol rossonero per Paquetá. Dopo un grande contropiede, Calabria da destra mette un cross alto e ad effetto,su cui arriva il brasiliano sul secondo palo,pronto per insaccare al volo.Occasionissima poi per il terzo gol . Errore di un difensore del Cagliari che permette a Piatek di trovarsi a tu per tu con il portiere. Il polacco prova il pallonetto ma Cragno è bravo ad opporsi. I rossoblú sfiorano il 2 a 1 con Joao Pedro ,che trova un superlativo Donnarumma. Il Cagliari però non sembra mollato.I sardi aspettano la giocata dei rossoneri per non rischiare troppo in difesa e ripartire. Al 34′ altra occasione per il Cagliari con Padoin ,che calcia da buonissima posizione,ma Kèssie si immola e salva. Gli ultimi minuti del primo tempo riservano poche emozioni, e alcune grandi giocate del bomber rossonero Piatek

Lucas Paquetá,centrocampista del Milan, esulta per il suo primo gol in rossonero,ricordando i morti della strage del Flamengo

Lucas Paquetá,centrocampista del Milan, esulta per il suo primo gol in rossonero,ricordando i morti della strage del Flamengo


Primo squillo della ripresa arriva al 50′ con un tiro di Piatek potente e di poco a lato,che aveva calciato arrivando in corsa su un passaggio di Kèssie,alla fine di un buon contropiede dei rossoneri .Prova a premere il Cagliari ,soprattutto da sinistra, ma la difesa rossonera risponde bene.I rossoneri provano a mantenere il possesso di palla e creare occasioni. Al 60′ improvviso lampo del Cagliari che porta alla deviazione di testa di Joao Pedro parata da un immenso Donnarumma. Sulla respinta poi l’attaccante trova una clamorosa traversa. Doppia grandissima occasione per i rossoblú.
Subito dopo la beffa per i sardi,che subiscono il terzo gol. Azione confusa partita da un anticipo di Piatek su un difensore rossoblú. Esce sul polacco Cragno che lascia però la palla a Calhanoglu,il quale prova il tiro con il portiere fuori dai pali,ma l’estremo difensore si oppone nuovamente ,deviando però la palla verso i piedi di Piatek. L’attaccante rossonero con grande freddezza mette dentro,facendo filtrare la palla tra i difensori che cercavano di coprire la porta lasciata incustodita dal portiere Cragno. Il Milan continua a dominare la partita ,anche tra le grandi giocate di Paquetá. Al 69′ altra occasione,con Kèssie che viene fermato da Cragno. Al 71′ è invece Calhanoglu vicinissimo al 4 a 0. Il turco da posizione ravvicinata e davanti al portiere si fa ipnotizzare ,calciando troppo centralmente. Il Cagliari non c’è piú in campo e sono numerosi gli errori. All’80’ palla persa dai sardi in difesa , e Suso solo davanti a Cragno se lo mangia. Ci prova il Cagliari all’86’ con la sponda di Pavoloso che libera bene Ceppitelli,ma il difensore si divora il gol della bandiera sparando alto. La partita si conclude con i sardi spenti e i rossoneri che controllano lo scorrere dei minuti forti del risultato.

MARCATORI: 13′ Aut. Ceppitelli(CA), 22′ Paquetá(MI), 62′ Piatek(MI)