Matteo Pirritano : ” Il Catanzaro ha ancora la possibilità di andare in Serie B “

22 Febbraio 2019 - 16:27 di

Copyright © 2018 - 2019 MondoCalcioNews.it - Riproduzione riservata

Matteo Pirritano giornalista di Uscatanzaro.net e telecronista di RTC Telecabria in esclusiva per mondocalcionews :

Per il Catanzaro alle porte c’è il match casalingo contro il Monopoli : che match sarà?

” Il Monopoli è una squadra compatta che concede pochissimo e collaudata su un 3-5-2 che in questa stagione ha dato certezze e risultati a mister Scienza. Sarà una gara complicata come quella dell’andata proprio per le caratteristiche dei biancoverdi. Forse l’unica squadra insieme alla Vibonese, in grado di far giocare sempre male l’avversario . Detto questo i giallorossi dovranno sfruttare il fattore casa cercando di partire forte nei primi minuti , come accaduto in questo 2019 , per sbloccare subito il match costringendo i pugliesi a cambiare strategia . Sicuramente, da qui alla fine del torneo, una delle gare più complicate ” .

Un immagine del match d’andata tra Monopoli e Catanzaro concluso 0-0 photocredits : Gabry Latorre / Monopoli 1966

Il giocatore del girone C che le è piaciuto di più?

” Difficile fare un solo nome in quanto le individualità per qualità tecniche e spessore per la categoria, non mancano. Ma visto che devo fare un nome dico Leonardo Taurino , talento puro in forza alla Vibonese ma di proprietà della Ternana . Mancino puro , grande visione di gioco e qualità importanti sotto porta visto che ha realizzato nove goal in campionato ” .

Leonardo Taurino photocredits : Lac News 24

Ci sono dei giocatori del Catanzaro promettenti che potrebbero avere un futuro in Serie A?

” Il Catanzaro è una delle squadre con l’età media più bassa del campionato e le individualità che stanno venendo fuori sono frutto del gioco corale impartito da Auteri . Detto questo, per qualità, personalità ed età credo che Celiento, Riggio e D’Ursi potrebbero un giorno arrivare a giocare in massima serie “.

Daniele Celiento photocredits : Romana Monteverde

Il Catanzaro nonostante il pareggio di Castellammare ha ancora la possibilità di raggiungere la Serie B?

” I numeri dicono che la promozione diretta è ancora possibile . Certo che i ragazzi di Caserta fin qui sono stati illegali. Sono ancora imbattuti è vero ma anche a Monopoli hanno sofferto , dimostrando che in questo girone di ritorno si fa più fatica. Le prossime partite saranno decisive. Il Catanzaro deve vincerle tutte e sperare e sperare in qualche passo falso è inutile nasconderci . Saranno undici finali , di queste sei al “Ceravolo” tra cui le sfide contro Catania e Trapani . E poi non va secondo me trascurato il fatto che in lotta per il titolo ci sono ancora ben quattro squadre . Il che rende tutto più interessante ed incerto

Il Catanzaro 2018/2019 photocredits : Romana Monteverde

Qual’è stato secondo lei l’avversario più ostico affrontato dal Catanzaro?

” Il Catanzaro in tutte le partite giocate è sempre stata quella , tra le due, a fare la partita , dettando il ritmo del match , imponendo il proprio credo. In pochissime hanno affrontato Maita e compagni giocando a viso aperto . Tra andata e ritorno forse l’unica è stata la Casertana “.

Maita del Catanzaro e Vacca della Casertana photocredits : Romana Monteverde

Cosa pensa della classe arbitrale tanto contestata dal Catanzaro e anche da altre società di Serie C ?

” Ci sono state certamente molte partite condizionate da gravi errori arbitrali ma al tempo stesso credo che così come il campionato di Serie C non sia tutelato come dovrebbe dagli organi federali , lo stesso discorso valga per gli arbitri che fanno parte della C. A. N di Lega Pro . Da poco sono stati dotati quantomeno di un auricolare per poter comunicare tra loro ma certamente non hanno il supporto tecnologico e numerico delle serie superiori. Molto spesso parliamo di arbitri che sono più giovani dei calciatori stessi. E se sbagliano e perché vale ancora per lor quello che si diceva prima dell’avvento del VAR . Vale a dire che hanno pochi secondi per valutare situazioni al limite e prendere una decisione. E se sei bravo e fortunato si vede. In tal senso mi è piaciuto molto l’arbitraggio del signor Ayroldi nel big match di Castellammare tra Juve Stabia e Catanzaro . Sia lui che i suoi assistenti hanno dimostrato competenza e personalità , considerando il coefficiente di difficoltà della partita stessa “.

Carlini e Torromino protestano con il signor Ayroldi photocredits : Romana Monteverde

Cosa pensa dei casi Pro Piacenza e Matera?

” Per anni dopo decenni e decenni di fallimenti, figli della speranza che le cose si mettessero al posto da sole , si è andati avanti così , come per magia . Con i casi in questione , per ora solo gli ultimi di una lunga serie , si è toccato il punto più basso e antisportivo del calcio professionistico . Una farsa di cui tutti dovrebbero assumersi le responsabilità. Se pensiamo com’è arrivata l’iscrizione del Pro Piacenza o al fallimento del Matera, nell’anno in cui ” la città dei sassi ” diventa capitale della cultura ci rendiamo conto che il sistema calcio non può reggere le quasi 100 squadre professionistiche. Le regole devono essere chiare, poche e applicate nei tempi e nei modi corretti . I tifosi, tutti gli addetti ai lavori ma soprattutto i calciatori , i tecnici, fino ai magazzinieri meritano rispetto . Altrimenti sarà sempre Carnevale “.

Una foto del match d’andata tra Matera e Catanzaro concluso 1-1 photocredits : Sandro Veglia

Qual’è la stata più emozionante da commentare ?

” Spero sempre possa essere la prossima … ma devo dire che le emozioni regalate in campo da Reggina e Catanzaro e lo spettacolo offerto dagli oltre undici mila sugli spalti, nel pazzo derby finto 4-3 pee le aquile , per ora la metto in cima a questa speciale classifica

D’Ursi ( autore di una doppietta nel match del Granillo ) , Kanoutè e Maita vanno ad esultare sotto il settore ospiti photocredits : Romana Monteverde

Immagine in evidenza : profilo FB Matteo Pirritano

La redazione di mondocalcionews ringrazia Matteo Pirritano giornalista di Uscatanzaro.net e telecronista di RTC Telecabria per la grande disponibilità dimostrata nel concedere questa intervista