L’Inter resta imbattuta con una comoda vittoria sull’Atalanta

Foto: profilo Twitter Inter

L’Inter si porta a 12 punti di vantaggio in vetta alla Serie A battendo l’Atalanta 4-0 a San Siro.

Matteo Darmian, Lautaro Martinez, Federico Dimarco e Davide Frattesi sono andati a segno mentre l’Inter ha esteso il suo record di imbattibilità in campionato a 20 partite.

La squadra di Simone Inzaghi si presenta in una posizione sempre più inattaccabile con 12 partite da giocare.

L’Atalanta ha dovuto rimpiangere la presenza del VAR dopo che Charles De Ketelaere ha trovato la rete con un violento mezzo tiro al volo dopo 10 minuti.

Un passaggio sbagliato di Benjamin Pavard mette in difficoltà l’Inter e il tiro di Mario Pasalic viene respinto da Yann Sommer.

La palla cade su De Ketelaere che la affonda con enfasi, ma non prima che il tentativo di respinta di Alessandro Bastoni abbia sfiorato il braccio di Aleksey Miranchuk.

Secondo la legge è fallo di mano, ma il minimo tocco non devia la palla e l’Atalanta ha motivo di dispiacersi.

Miranchuk è andato fuori porta su un respinta debole di Dimarco prima che l’Inter si vedesse segnare l’autorete.

Nicolò Barella era chiaramente in posizione di fuorigioco prima di avanzare per aggirare Marco Carnesecchi e concludere con sicurezza.

Martinez ha avuto un primo gol – sprecato in modo insolito – ma l’Inter ha colpito in vantaggio dopo 26 minuti.

Carnesecchi ha impedito a Henrikh Mkhitaryan di raggiungere il passaggio decisivo di Martinez, ma la palla è caduta dritta ai piedi di Darmian, che l’ha fatta rotolare a rete non protetta.

È stato il primo gol di Darmian con l’Inter dal gennaio 2023, vittoria della Coppa Italia contro l’Atalanta, e il terzino avrebbe segnato quasi subito se non fosse stato per le gambe di Carnesecchi.

Martinez sfonda la traversa dopo che Dimarco ha spodestato Pasalic al limite dell’area, ma l’argentino non ha dovuto aspettare molto per realizzare il suo 26esimo gol stagionale.

Carnesecchi trattiene Dimarco ma la palla viene riciclata e Martinez si scatena dal limite dell’area, deviando fuori dal palo prima di annidarsi appena dentro.

Dimarco si fa respingere in avvio di secondo tempo e la contesa si chiude effettivamente in maniera bizzarra al 54′.

Un assistente arbitro ha segnalato che la palla era fuori gioco prima che il taglio di Denzel Dumfries tagliasse il braccio di Hans Hateboer.

Anche in questo caso il tocco è stato leggerissimo ma, dopo che è stato stabilito che la palla era rimasta dentro, è stato assegnato un rigore.

Carnesecchi respinge il rigore di Martinez ma Dimarco, forse appena entrato in area, respinge a rete.

Due sostituti insieme per il quarto gol dell’Inter al 71′, quando la punizione di Alexis Sanchez ha trovato la testa di Frattesi sul primo palo.

L’Atalanta resta al quinto posto, a due punti dalla zona Champions.