Le parole di Spalletti in conferenza
HOME>SERIE A>Le parole di Spalletti in conferenza

Le parole di Spalletti in conferenza

18 Agosto 2018 alle 15:43 di Redazione MCN

Prima vigilia di campionato per l’Inter di Luciano Spalletti. Di seguito le risposte del tecnico di Certaldo al domande dei giornalisti presenti in sala stampa.

Qual è la condizione generale del gruppo? Trovate un avversario che lo scorso anno vi ha messo in difficoltà.

“La condizione della squadra è buona.Abbiamo fatto tutte le prove necessarie e siamo pronti per affrontare chiunque. Vuol dire tentare di vincere contro tutti. Visti i precedenti, con il Sassuolo sarà dura, durissima.”

Sente di avere una squadra più forte? Le dispiace non avere Nainggolan?

Sento di avere una squadra più forte perché al di là del mercato abbiamo più conoscenze di noi stessi e del nostro obiettivo da raggiungere. È normale essere dispiaciuti quando una pedina importante non c’è, anche se sono sicuro che chi lo sostituirà sarà all’altezza.”

Si sente di poter guidare una squadra che può dar fastidio alla Juve?

“Non lo so ma non credo la si voglia dar vinta alla Juve ancor prima di iniziare. Noi ed altre squadre possiamo pensare allo scudetto perchè ci siamo rafforzate molto. Sarà importante farsi trovare pronti quando la stagione richiederà un segnale forte e deciso.”

Perisic e Vrsaljko saranno subito titolari?

“Sono due analisi differenti. Perisic conosce la squadra, Vrsaljko no. Però entrambi non hanno giocato amichevoli e quindi bisogna ragionare in maniera corretta per lo sviluppo della gara, non solo per la scelta iniziale”.

L’anno scorso ha trovato una tabula rasa o quasi, quest’anno potreste essere l’anti-Juve. Sentiva più pressioni l’anno scorso o quest’anno?

“A livello personale le pressioni le ho gestite qualche anno fa. Ora è tutto piacere ed eccitazione. Quest’anno è strozzata da quanto successo a Genova, colgo l’occasione per dire che siamo al fianco di chi soffre e li abbracciamo fortissimo”.

Quali obiettivi le ha posto la società per la stagione nelle tre competizioni?

“Sono sempre quelli di posizionarci in un confronto europeo importante, di vincere più partite possibili in campionato, restare in Champions. Possibilmente offrire un buono spettacolo sia dal punto di vista comportamentale che di gioco di squadra e risultati. E poi vedere come si sviluppano le cose di volta in volta. Non è dire o mettere una riga, quella della quarta posizione è una delimitazione importante, perché cambiano molte cose ma ci sono società altrettanto importanti che si sono rinforzate ulteriormente dopo aver fatto bene già l’anno scorso. Sono stati presi calciatori per cui mentre prima l’attrazione della Liga e della Premier poteva essere superiore alla Serie A, ora per molti calciatori è diventata un’opportunità venire in Italia e questo è il passaggio fondamentale per cui bisogna fare i complimenti alle società. Leggo di un aumento degli abbonati e di un grande interessa per il prodotto dall’estero. E’ un traguardo molto positivo per il nostro movimento”.

Il tecnico ha concluso con una precisazione sui convocati:

“Joao Mario non è presente per affaticamento muscolare ed è la verità. Non va fuori rosa come ha detto qualche dirottatore di risposte. I convocati li faccio io e lui non va fuori rosa”.

ULTIME DI MONDOCALCIONEWS

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan

Spal-Milan, Gattuso: “Non devo giudicare il mio operato. La partita che rigiocherei…”

La parole di Rino Gattuso dopo l'amara vittoria contro la Spal che ha il sapore amaro di Champions sfiorata Sulle

Milan in Europa League, Fiorentina e Genoa salve: tutti i risultati dell’ultima giornata

Nella 38^ giornata di Serie A il verdetto più clamoroso arriva dal Mapei Stadium, dove l'Atalanta si qualifica alla prossima
Atalanta, squadra di Serie A

Storica Atalanta: centrata la qualificazione alla prossima Champions League

L'Atalanta, nell'ultimo turno di Serie A, supera per 3 a 1 il Sassuolo, centrando una storica qualificazione alla prossima Champions
Inter-Empoli

Che partita a San Siro !! L’Inter è in Champions, l’Empoli retrocede in Serie B

Nell'ultima giornata di Serie A l'Inter vince contro l'Empoli per 2 a 1, trovando la qualificazione alla prossima Champions League.

Spal-Milan 2-3, sorriso amaro. Non basta la vittoria per la Champions

Partita emozionante tra Spal e Milan. Decisivo con Kèssie. Rossoneri chiudono quinti in campionato Al 5' prima occasione della partita.

Roma, osservatore arrestato per violenze sessuali su baby calciatori

Un 53enne romano di professione talent scout (osservatore di calcio) è stato arrestato ieri dalla Polizia Locale con l'accusa di
Daniele De Rossi, capitano della Roma

Roma, la commovente lettera di De Rossi

“Che te ridi regazzi’? So’ felice! Perché sei felice? C’ho la maglietta della Roma. Ma non è che è falsa? Ma no, il numero l’ha
Joao Felix, attaccante del Benfica

Benfica, il presidente Soares: “Per Felix ci vogliono 120 milioni di euro”

Ormai non è una novità che Joao Felix, talento classe 1999 del Benfica, sia conteso tra i top club d’Europa.
Paulo Dybala, attaccante della Juventus

Juventus, Dybala: “Voglio continuare con questa maglia”

Paulo Dybala, attaccante della Juventus, è stato intercettato dalla stampa a margine di un evento Adidas a Milano: “Il mio
Dani Alves, ex giocatore della Juventus

Juventus, Dani Alves: “Mi sono sentito tradito”

Ai microfoni di ESPN Dani Alves, giocatore del PSG, ha parlato della sua esperienza alla Juventus: "L'anno ai bianconeri è stato spiacevole. Mi